logotype
29 -June -2022 - 09:49

Il 20 Agosto 2013 il Presidente degli Stati Uniti d'America Barak Obama riceverà in visita ufficiale alla Casa Bianca porgendo gli onori alla leggendaria squadra dei Miami Dolphins del 1972 che in quell'anno vinse tutte le partite della stagione, dalla prima giornta al Superbowl [Undefeated 1972 Super Bowl Champion Miami Dolphins]. Guarda qui le magiche foto di quella impresa, della vittoria nel 1972 al Super Bowl contro i Redskins : FinsPhotos1972SB & e leggi qui altre informazioni sulla visita alla White House here: Miami Dolphins del 1972 alla White House con Obama

Dopo 41 anni dalla Perfect Season il coach Don Shula e la sua squadra finalmente andranno in visita ufficiale a Washington per ricevere il giusto tributo. Al momento i Miami Dolphins sono l'unica squadra ad aver vinto tutte le partite dalla prima all'ultima del campionato NFL e verranno ricevuti da Obama il prossimo 20 Agosto perchè nel 1973 non c'era ancora questa tradizione di onorare la squadra vincitrice del campionato di football americano e giustamente visto la particolarità di questa impresa storico-sportiva, che ancora oggi nessuna squadra è riuscita ad eguagliare, il Presidente Obama riceverà tutti i giocatori che sono ancora in vita dopo cosi' tanti anni.

Tanti i vecchietti che saranno presenti a questa commemorazione a partire dal head Coach Don Shula che ha oggi 83 anni e Howard Schnellenberger 79 anni.

"Sono passati 40 anni, ma sono comunque eccitato," ha detto il linebacker Nick Buoniconti.

Added Dick Anderson, a safety: "Essere onorati dal presidente degli Stati Uniti è qualcosa di speciale."

L'attuale presidente e proprietario dei Miami Dolphins Stephen Ross si è offerto di pagare viaggio a tutti i giocatori che hanno intenzione a partecipare alla cerimonia, e dovrebbero oltre 40. La cerimonia avrà luogo alla Casa Bianca a Washington martedì 20 Agosto alle 2 di pomeriggio in America, le 20 in Italia.



"L'intera organizzazione dei Miami Dolphins è molto emozionata e riconoscente che la squadra del 1972 della storica Perfect Season sta per essere onorata dal Presidente Obama alla Casa Bianca" . Queste sono le parole del Presidente e Proprietario dei Miami Dolphins Stephen Ross. "Rimanere imbattuti per tutto l'anno nel campionato fino al Super Bowl, quei Dolphins del 1972 hanno raggiunto l'apice del successo sportivo impostando uno standard per eccellenza che deve ancora essere raggiunto da altre squadre. Inoltre, Coach Shula e i suoi giocatori sono stati altrettanto persone di successo fuori dal campo nelle loro attività caritative e civili, diventando dei modelli di riferimento per la comunità del sud della Florida.".

“Sono onorato che il successo della stagione NFL 1972 stanno per essere riconosciuti dal Presidente, con una cerimonia alla Casa Bianca ", ha detto Coach Shula." Si tratta di un'occasione molto speciale e so che è una cosa che tutti noi farà molto piacere e ricorderemo sempre con gioia.”

I Miami Dolphins del 1972, che sono l'unica squadra NFL a vincere il Super Bowl con una stagione perfetta, avevano concluso con un record di 14 partite vinte e 0 sconfitte nella stagione regolare e ha vinto tutti e tre le partite della post season, tra cui appunto il Super Bowl VII contro i Washington Redskins, finendo la stagione con un record totale di  17 vinte e 0 perse.



Durante la stagione NFL 1972 la difesa dei Miami Dolphins denominata No-Name Defense dominò in lungo e in largo su tutti i campi. Di quel fenomenale reparto facevano parte il linebacker Nick Buoniconti, il defensive end Bill Stanfill, il tackle Manny Fernandez, e le due safeties Dick Anderson e Jake Scott.
Poco prima della metà della stagione  il quarterback titolare Bob Griese si infortunò alla caviglia alla quinta partita subendo un sack da parte del DT Ron Oriente e del DE Deacon Jones difensori dei San Diego Chargers. A quel punto Griese fù sostituito dal QB veterano Earl Morrall che giudò i Miami Dolphins per tutte le successive partite di campionato. Nei play off Morrall iniziò come titolare ma poi Griese tornato disponibile tornò in campo come back up durante la finale della American Football Conference, il Championship AFC contro i Pittsburgh Steelers guidando la squadra alla vittoria fino alla conquista del Super Bowl VII. In quell'anno i 2 RBs dei Dolphins Larry Csonka e Mercury Morris divennero i primi compagni di squadra a correre entrambi per oltre 1.000 yards in una stagione, mentre il WR Paul Warfield era il leader tra i ricevitori con una media di oltre 20 yards per ricezione su 29 ricezioni. Due giocatori di quella linea offensiva ora sono nella Hall of Fame : Jim Langer e Larry Little.
9 giocatori di quella squadra furono convocati al ProBowl : i 2 RBs Csonka e Morris, il wide receiver Paul Warfield, Little, Evans, Buoniconti, Stanfill, Anderson e Scott e Morrall, Stanfil e Anderson furono nominati come 1st team All-Pro.

 

Per altre notizie sulla Perfect Season dei Miami Dolphins vai a leggere gli articoli qui

 

La squadra del 1972 che vinse tutte le partite dalla prima giornata fino al Superbowl collezionando 17 vittorie e 0 sconfitte in stagione mettendo a segno una storica impresa non ancora eguagliata. Nei primi anni 70 non era consuetudine che la squadra vincitrice del campionato professionistico della NFL andassero in visita celebrativa alla Casa Bianca ospiti del Presidente degli Stati Uniti d'America. Come far finta di niente anche se sono passati così tanti anni? Nel 2013 hanno provveduto a dare anche a questa storica squadra l'opportunità di essere ospiti al Washington da Barack Obama.  Queste e' una chicca assoluta amici, un filmato della riunione celebrativa del 40° anniversario della Perfect Season da parte dei giocatori e Head Coach Don Shula in occasione della prima del film / documentario More Then Perfect!

GRANDISSIMI ANCORA!

Libro ovviamente scritto in inlgese che ripercorre la magica cavalcata dei Miami Dolphins targati 1972.

Si puo' trovare via internet sia nelle aste di Ebay che su Amazon e altri siti che vendono libri on line.

Don Shula il leggendario allenatore dei Miami Dolphins. Donald Francis "Don" Shula  e' nato a Grand River in Ohio il 4 gennaio 1930. Don Shula e' conosciuto come l'allenatore dei Miami Dolphins che condusse la squadra all'unica stagione nella storia del football americano professionistico alla Perfect Season, la stagione perfetta, con bel 17 gare vinte e 0 sconfitte, dalla prima giornata al Superbowl nel 1972, inoltre e' al momento l'allenatore con il record NFL di partite vinte in carriera, ben 347.

In gioventù gioco' nella NFL  come CB  cornerback, difensore; scelto nel 1951 scelto al 9° giro dai Cleveland Browns, poi scambiato nel 1953 ai Baltimore Colts, dopo 4 anni venne scambiato ai Washington Redskins fino al 1957. In 7 anni nella NFL gioco'  73 partite, mettendo a segno 21 intercetti e 4 fumbles recuperati.

La sua prima esperienza come allenatore fu quella di defensive backs coach alla University of Virginia nel 1958 con head coach Dick Voris. Dopo un anno cambio' università per lo stesso incarico alla University of Kentucky nel 1959 con head coach Blanton Collier. Ma nel 1960 cambio di palcoscenico per lui, NFL con i Detroit Lions come defensive coordinator.
Nel 1962 all'età di 33 anni divenne il più giovane head coach (capo allenatore) della storia dell'NFL, allenando i Baltimore Colts in cui militava il grandissimo Johnny Unitas. La sua prima stagione si concluse con un record di 8-6.
Nella stagione 1966 raggiunse il suo primo Superbowl, il terzo della storia. La vittoria sembrava scontata, anche perché i Colts avevano un record di 11-1-2, ma i New York Jets di Joe Namath la pensavano diversamente, infatti vinsero 16-7.
Due anni dopo Don Shula fu lasciato libero dai Colts con un record in carriera di 71-23-4 in stagione regolare e 2-3 in post season.
Nel 1969 ,su invito dell'allora proprietario dei Miami Dolphins Joe Robbie, Don Shula si trasferì a Miami diventando il secondo allenatore della franchigia dopo Wilson e dove risollevò le sorti dei Miami Dolphins che erano reduci da una stagione pessima conclusasi 3-10-1 ma avevano già a roster le più grandi stelle degli anni successivi come il quarterback Bob Griese, il fullback Larry Csonka e il linebacker Nick Buoniconti. Da ricordare che i Dolphins furono costretti dalla NFL a cedere la loro prima scelta al draft ai Colts per avere lui come allenatore.

I risultati della cura Shula furono ben presto evidenti. Ottimo roster composto da giocatori del calibro Larry Little, Jim Langer e Bob Kuechenberg in linea di attacco, running backs come Larry Csonka, Jim Kiick, e Mercury Morris, solidi quarterbacks come Bob Griese e Earl Morrall, eccellenti ricevitori  Paul Warfield, Howard Twilley e TE Jim Mandich e una difesa senza nomi altisonanti ma feroce e spietata denominata giustamente la No-Name Defense  capitanati dal DT Manny Fernandez e dal MLB Nick Buoniconti. Alla sua prima stagione, nel 1970 Don Shula condusse i Dolphins ai primi playoff della loro storia.

Nel 1971 con un formidabile gioco di corse e una potentissima difesa condusse i Dolphins al Superbowl VI, perso contro i Dallas Cowboys. In 2 anni portò una squadra con un record perdente ai suoi primi playoff e al suo primo superbowl, e i miglioramenti continuarono, infatti nel 1972 compì un'impresa tutt'ora irripetuta: la Perfect Season, con 14 vittorie e 0 sconfitte in campionato e altre 3 vittorie nei playoff e superbowl. Vinsero il Superbowl VII con l'ineguagliato record di 17-0, totalmente imbattuti!


Nel 1982 di nuovo al Super Bowl, il XVII perso con i Washington Redskins, e cosi' poi nal draft 1983 Dolphins scelgono il quarterback Dan Marino dall' University of Pittsburgh. Marino a meta' della stagione si guadagna il posto di titolare e l'anno successivo i Miami Dolphins con Don Shula e Dan Marino sono di nuovo protagonisti al gran ballo. Superbowl di Palo Alto California, Stanford Univeristy contro i San Franscisco 49'ers di Joe Montana e nonostatnte la grandissima stagione di Dan Marino dove lancio' per ben 5,084 yards (record di yards lanciate in una singola stagione) e 48 touchdown passes escono sconfitti dalla squadra di Steve Walsh e Montana.

Alla guida dei Miami Dolphins Don Shula e' arrivato ben 5 volte al Superbowl vincendone 2 di fila nelle stagioni 1972 e 1973, e in precedenza era approdato al Superbowl quando era alla guida dei Baltimore Colts. Nel 1993 e' stato nominato Sportsman of the Year by Sports Illustrated, e in 36 anni di carriera come allenatore capo ha collezionato solo 2 stagioni con un record negativo.

Infine Don Shula alla fine della stagione 1995 si ritirò spinto in questa decisione dal neo proprietario della squadra Wayne Huezinga. Don Shula si ritirò dopo una carriera durata ben 33 anni con 347 vittorie 173 sconfitte e 6 pareggi che lo consacrano ad allenatore più vincente della storia dell'NFL. Ha ottenuto solo 2 stagioni perdenti (nel 1976 e 1988, entrambe a Miami), ha fatto più di 20 stagioni con 10 o più vittorie, compresa la perfect season.

Il suo record nei playoff è di 19-17, nei Superbowl su 6 giocati ne ha vinti 2 ed è uno dei 2 allenatori della storia ad aver giocato 3 superbowl di fila! Dal 1997 ha avuto l'onore di essere inserito nella Hall of Fame.


I records di Don Shula :

All-Time leader in Vittorie 347.
Primo per numero di partite come allenatore nella NFL 526.
Piu' stagioni consecutive come allenatore nella NFL 33,
Piu' Super Bowl persi 4, pari-demerito con Bud Grant, Dan Reeves e Marv Levy.
Ha vinto il titolo di Campione di Conference 7 volte: 1964, 1968, 1971–73, 1982 e 1984.
Le sue squadre sono sempre state le meno penalizzate sul campo per falli o comportamenti antisportivi.
Shula ha allenato 5 quarterbacks diversi al Super Bowl (John Unitas e Earl Morrall nel 1968, Bob Griese nel 1971, 1972 e 1973, David Woodley nel 1982 e Dan Marino nel 1984) 3 dei quali (Unitas, Griese e Marino) ora sono nella Hall of Fame.

Al momento a Don Shula e' stato dedicato il Don Shula Stadium alla John Carroll University, e gli hanno dedicato una via a Miami la Don Shula Expresswaye una partita di college in Florida tra Florida Atlantic University e Florida International University e' chiamata Shula Bowl in suo onore. I Miami Dolphins gli hanno anche dedicato una statua in bronzo all'esterno del Sun Life Stadium, stadio in cui ha chiuso la sua carriera di allenatore.

A seguire alcuni video che posso dare una idea di chi e' e di chi e' stato l'Head Coach Don Shula.

Legends & Legacies: Don Shula

 

Don Shula talking about Winning !!

 

The Don Shula Show 17-0 Season January 15, 1973. Super Bowl VII Winners

Junior Seau ex giocatore NFL si e' tolto la vita sparandosi al petto mercoledi 2 Maggio 2012. A trovarlo in casa sua nel letto a Ocean side appena fuori San Diego in California morto suicida la sua fidanzata che ha subito chiamato i soccorsi che sono risultati inutili. Grandissimo giocatore e buona persona sempre impegnata nel sociale, una figura davvero esemplare sempre molto dedito a sacrifici, rigoroso e sportivo, mai banale o eccessivo. Dopo aver giocato come linebacker al college  per i Torjans con USC University South California era stato scelto dai San Diego Chargers con i quali ha giocato dal 1990 al 2002, poi dal 2003 al 2005 ha giocato per la nostra squadra per poi passare di Patriots dal 2006 al 2009. 12 volte convocato al Probowl, 10 volte All-Pro, 2 alla finale di conference per la AFC, giocatore dell'anno per la AFC 1994 e molti altri riconoscimenti. Raggiunse 2 volte il Superbowl il primo perso contro i 49'ers. Arrivo' a Miami sperando di poterne disputare subito un'altro ma anche quella avventura fini' male e quindi per rincorrere l'anello si accaso' con i Patriots con i quali raggiunse per la seconda volta in carriera il grande ballo nel campionato 2007 ma perse nuovamente contro i New York Giants. Gran bel giocatore, sempre pulito e onesto, gran colpitore ma sempre nelle regole. Riposa in pace Junior !

[Nella foto Junior Seau e sullo sfondo Jason Taylor quando i 2 giocavano insieme nei Miami Dolphins]

 

Nessuno fino a oggi, alla stagione 2016, è riuscito a vincere tutte le partite del campionato, ci riuscirà mai qualcun'altro? mah... qualcuno ci e' andato molto vicino, nella stagione 2007 ma... ha perso l'ultima partita, il superbowl e quindi PERFECTVILLE still POPULATION : 1

 17 domande e risposte sulla stagione 1972 :

DOMANDE:

1. Chi indossava la maglia No. 72?

2. Quali erano i 3 assistenti che poi divennero NFL head coaches?

3. Larry Csonka, Mercury Morris e Jim Kiick erano i 3 Big running backs. Chi era il quarto per yeards corse?

4. Chi fu l'unico giocatore a ricevere e lanciare un passaggio?

5. Chi e' stato l'ultimo giocatore PERFETTO 72 a ritirarsi dalla NFL come Dolphin?

6. Dove si svolgeva il training camp?

7. Chi fu la prima scelta dal draft nel 1972?

8. Chi fu l'unico giocatore a segnare un ritorno in regular season?

9. Chi furono i 2 giocatori ch emisero un alligatore nella doccia dell'allenatore Don Shula?

10. L'unico giocatore che era gia' con i Dolphins nel 1966 agli esordi?

11. Chi sono i 5 giocatori della Perfect Season dei Dolphins nominati migliori giocatori della decade NFL's 1970s ?

12. Chi segno' le mete nel SUperbowl della Pefect Season?

13. Chi fu l'unico giocatore dei Dolphins che guidava una classifica individuale?

14. Contro quale squadra il QB Bob Griese si infortuno' e contro quale rientro' dopo 10 partite?

15. I Dolphins scambiarono il linebacker John Bramlett e quale quarterback ai Boston Patriots per il defensive Nick Buoniconti?

16. Quanti ex-Miami Hurricanes erano sul roster dei Dolphins?

17. Quale giocatore subi' cosi' tanti colpi che gli costarono anche alcuni denti per le botte subite durante il Superbowl ?

RISPOSTE

1. Defensive tackle Bob Heinz.

2. Bill Arnsparger, Monte Clark and Howard Schnellenberger.

3. Hubert Ginn.


 

4. Receiver Marlin Briscoe.

 

5. Guard Bob Kuechenberg, che gioco' fino al 1984.

6. Biscayne College (ora si chiama St. Thomas University).

7. Notre Dame defensive tackle Mike Kadish.

8. Cornerback Lloyd Mumphord, su intercetto.

9. Larry Csonka e Manny Fernández.

 

10. Right tackle Norm Evans.

11. Receiver Paul Warfield, guard Larry Little, center Jim Langer, kicker Garo Yepremian and safety Dick Anderson.

12. Howard Twilley and Jim Kiick.

13. Mercury Morris, con 12 rushing touchdowns.

14. Injured Oct. 15 against San Diego, returned Dec. 31 at Pittsburgh.

15. Kim Hammond.

 

16. None.

17. Defensive tackle Manny Fernández.

Altri articoli da leggere sulla storia dei Miami Dolphins da EndZone articolo di Diego, Warner

Dol Fan Italia Luca chiede e Mercury Morris e Jim Kiick rispondono 

[da sinistra a destra Jim Kiick - Larry Csonka - Mercury Morris]

Due giocatori, due leggende dei Miami Dolphins, della squadra che riusci' a mettere a segno la PERFECT SEASON, 17 partite vinte e 0 sconfitte, dalla prima partita di regular season al Superbowl

In occasione della ricorrenza del 35esimo aniversario della Parfect Season, quest'anno ancora di piu' importante dopo il risultato finale dello scorso Superbowl dove i New England Patriots erano ad un passo da PERFECTVILLE, i New York Giants vincendo il Superbowl nel finale hanno fatto si che i Patriots abbiamo per il momento rimandato il loro trasloco... ancora per quest'anno forse a P.E.R.F.E.C.T.V.I.L.L.E. i Miami Dolphins non avranno vicini.

Questa intervista via email e' stata possibile grazie all'aiuto e la collaborazione di Jimmy Shapiro, della VP Publicity / Zucker Media Group - zuckersportsbooking

Per il momento ho deciso di lasciare le domande e le risposte in lingua originale, poi con calma aggiungerò anche la traduzione in italiano. Non mi sembra bello modificare dei piccoli segmenti di storia!!!

Le domande sono di Dario e Luca, le risposte di MM Mercury Morris e di JK Jim Kiick

1) Do you think New England deserved the perfect season as well as you deserved it 35 years ago?
- MM First of all, no one "deserves" a Perfect Season. In order to go undefeated, you've got to win every game. I say they deserved to go down in flames in the ultimate game because they got beat by the NY Giants in the one game that they HAD to win in order to be "perfect".
- JK NO. I THINK IT WAS HARDER BACK IN 72 BECAUSE OF THE PARITY OF THE NFL. I THINK THE NFL TODAY TALENT WISE IS DILUTED.

2) What is the most important?
- MM Important what?
- JK BEING UNDEFEATED AND WINNING THE SUPER BOWL

3) Would you change your perfect season for two more Superbowl wins?
- MM First of all, do the math. We were the first team to go to 3 straight Super Bowls. We went undefeated in 1972 at 17-0, and back to back in 1973 at 15-2. So why would I change? We have the two most important Super Bowl wins in Super Bowl history.
- JK NO. WE WENT TO THREE CONSECUTIVE SUPER BOWL AND WON TWO. THE PERFECT SEASON JUST TOPS IT OFF.

4) Rumors say that NFL is considering the possibility of adding two more games to the regular season. What do you think about it? Consider you r record should be safe forever after a change like that.
- MM When the leagues merged in 1970, we played a block of 20 games. Six exhibition and 14 Regular Season. I can't remember when, but they changed it by moving 2 exhibition games into the column of "Regular Season Games". So in effect, they would not be adding two more games, it would mean that 2 more game would count. It's still the same 20 game block. It just means the fans have to pay more money. And it has nothing to do with our record, because it's not the amount of games you win, it's the amount of games you don't lose... it's about the "0", as in 17-0.
- JK ITS TOO MANY GAMES BUT OUR RECORD I BELIEVE IS SAFE ANYWAY.

5) With the Jason Taylor trade, Dolphins have not a star in their roster. How many years will it take before we can see Miami at playoffs again? What do you think about Parcells' work so far?
- MM When Bill Parcells was hired to restructure the Dolphins, this marked the first time since 1970 that a transformation like this has taken place. I don't know if I would be talking playoffs now, let them win their first game. I mean, let 'em win their second game (they already lost their first game). But in 1970, in Shula's first year, we lost our first game to the Boston Patriots and went on to 10-4 and the playoffs. So if you were going to make something up, it could be based on what I just said.
- JK I THINK PARCELLS IS GOING TO DO A GOOD JOB, BUT IT IS GOING TO TAKE AT LEAST A COUPLE OF YEARS.

6) 35 years after, do you think your great run has gained value? Or in '73 it was considered greater than it is considered today?
- MM Frankly, it wasn't considered at all by anyone except us because it seemed so unachievable that people couldn't relate to an accomplishment in professional sports where one team beat everyone they played from the beginning of the season to the end. There's something called the "Historical Present". It's defined as "the present tense used in relating past events", meaning it was 35 years ago... and it's right this minute. As the years go by, it becomes an even greater accomplishment as witnessed last year in the Super Bowl.
- JK EVERY YEAR IT BECOMES A BIGGER ACCOMPLISHMENT.

7) How did you celebrate the Perfect Season? What is needed to celebrate a Perfect Season?
- MM Every year we "quietly" celebrate by "toasting" our accomplishment. This year, we are inviting ALL of our fans in the Dolphin Nation around the world to join us in the celebration when the last team goes down in flames. We plan to make this an annual tradition. We will be celebrating our achievement on the Sunday following the last team going down in flames. Get your champagne ready! Stay tuned for more details.
- JK USUALLY BY MYSELF. WHAT IS NEEDED IS A PERFECT SEASON A 1,000 WINNING PERCENTAGE.

8) Probably cheerleaders can be a distraction for the team to reach the goal of the perfect season?
- MM When we played, we didn't have Playboy models on the sidelines. Our cheerleaders were more like middle-school kids so there was no distraction.
- JK MAYBE OFF THE FIELD BUT NOT WHEN YOUR ACTUALLY PLAYING THE GAME.

9) 35 years ago the life outside the football field was so different... this modern life of the NFL players can be an obstacle ?
- MM You're right. Not only can it be, but it definitely is a distraction because the players today view themselves as entertainers. To us, it was a job and you went to work. I can't recall one time where Don Shula said "Go out and have some fun today".
- JK I DON'T KNOW ABOUT AN OBSTACLE, BUT CERTAINLY CAN BECOME A DISTRACTION.

10) Did you ever know you have some fans abroad, in Italy for istance?
- MM I did not know how far our fan base has grown to now include people who do not live in the United States. I think it's a great thing that you guys have such an interest. If you would have had the chance to see us play, you would know why our fans are so loyal.
- JK WE WOULD LIKE TO THINK SO AND THANK YOU FOR BEING DOLPHIN FANS.

11) Miami Dolphins it was a great team in the past, with you 2 on the roster... 2008 Dolphins how are so far to go back on the map?
- MM I think that it's the structure of the Draft and the type of talent that teams look for, based upon what they need to make themselves competitive in today's football. They are basically starting over again, which is what we did back in 1970 and you see the results in history.
- JK I DO NOT UNDERSTAND THE QUESTION BUT I GUESS SO.

12) Do you agree about the 2008 Draft?
- MM Anybody can talk a good game in the locker room. You put your pads in your pants, you get your ankles taped, you put your shoulder pads on, you go out on the field... and then we see what your game looks like. So the draft is only relevant to the productivity of the people who were drafted and the people who are already there.
- JK YEAH ITS FINE

13) What you think about a player who get 4 games sospention just in the 4th regular season games, but he allow to play eventually play off games? Its not better to take him off in the playoff run too???
- MM I don't know what to think about that one because the rules were different, the time was different, the players were different, and American society was different. To me, it almost seems as if these are kids playing in the NFL today. Someone who is drafted makes millions of dollars and can't go drink a beer because he's too young tells you that "the men" who play the game now are different than the men who played the game when I did.
- JK ITS UP TO THE COMMISSIONER

14) From when you start playing in the NFL until today which is the best NFL commisioner?
- MM Close your eyes and what do you see? That's right, nothing. Because that's what I have in my mind as what the Commissioner's have done to the game. The new players have all the advantages and the players who made the game have none. To put it in perspective, the average retired player has a pension worth about $14,000 a year. The Commissioner and the late Gene Upshaw both made between $18-21,000 a day. Clearly, the commissioner and the top brass representing the players today could and should do more for the players who made the game what it is today.
- JK PETE ROZELLE

 

La Prefect Season dei Miami Dolphins 1972 diventera' un film, cinematrografico.

Tanti i documentari, gli spezzoni di filmato che fanno rivivere quella magnifica stagione, ma ora e' certo, la Perfect Season dei Miami Dolphins che rimane unica da ben 40 anni verra' celebrata quest'anno proprio alla grande con un film. La squadra di Don Shula che gioca e vince tutte le partite di una stagione, quelle di campionato di playoff e il Superbowl, impresa mai riuscita a nessuno. I Patriots ci erano andati vicini, nella stagione 2007, vincendo tutte le partite tra stagione regolare e post season ma poi vennero sconfitti proprio al Superbowl dai Giants. Per celebrare quest' anniversario oltre alla consegna di un cappellino celebrativo, Perfect Season cap con la scritta 1972 - Still Perfect, per tutti gli spettatori della prima partita casalinga di campionato di quest'anno contro gli Oakland Raiders il 16 Settembre uscirà durante l'anno un film, una storia che ripercorra' quei momenti.

Il titolo sara'  "Perfect in the Magic City." e dovrebbe uscire a meta' dicembre 2012. L'idea della Bombo Entertainment, che ha  all'attivo ben più di 60 sports films, e' quella di raccontare, questa storia di una squadra sportiva che in 92 anni di NFL e' stata l'unica a vincere tutte le partite dalla prima all'ultima, attraverso gli occhi dei tifosi testimoni all' Orange Bowl in quell'anno e per far vedere e capire che cosa ha rappresentato e rappresenta tuttora per la città di Miami e per buona parte della Florida.

Da segnalare anche questo bel articolo dal sito di Huddle.org