logotype
27 -June -2022 - 07:33

L'offensive tackle dei Miami Dolphins Jonathan Martin ha lasciato la squadra dopo che ha litigato con alcuni compagni per un litigio durante una animata discussione su come la linea di attacco ha giocato e sta giocando in queste ultime quattro partite. Jonathan Martin al suo secondo anno di NFL recentemente è sembrato sotto stress, e pare non abbia retto la pressione. Secondo fonti vicine alla sua famiglia il giocatore potrebbe ricorrere ad un aiuto medico per tentare di recuperare il suo stato psicofisico nel minor tempo possibile. La rissa verbale pare sia scoppiata lunedì durante la pausa mensa, dove dopo essere stato schernito da qualche compagno il giocatore ha scagliato a terra il vassoio con tutto il mangiare e ha lasciato l'impianto sportivo di Davie.  Jonathan Martin difatti sia lunedì che martedì non si era allenato con la squadra e la sua assenza era stata indicata come assenza per malessere, influenza.

Brutta notizia per noi visto la situazione dello stato della nostra linea di attacco e visto il momento delicato di metà stagione. Martin che a Stanford aveva giocato come LT con i Dolphins l'anno scorso era stato schierato come RT ma quando si è infortunato Jake Long è stato messo al suo posto a LT.  Quest'anno è partito come LT titolare e come RT era stato schierato Tyson Clabo, free agent arrivato dai Falcons. Dopo i vari problemi di sacks ai danni del nostro QB Ryan Tannehill Jim Turner Offensive Line Coach ha insistito per prendere un giocatore che potesse dare più sicurezza e fisicità in linea e così è arrivato Bryant McKinnie, ex Ravens che è stato messo come LT e ha comportato di fatto l'esclusione di Clabo e nuovamente il cambio come RT di Martin. A questo punto per la partita contro i Bengals McKinnie giocherà come LT e Clabo RT.

 [i 2 "geni" fratelli Pouncey che indossano il cappellino Free Hernandez]

Ci mancava anche questa dopo il fatto che anche un'altro giocatore della linea di attacco sia stia vivendo un periodo non troppo tranquillo. Il Centro Mike Pouncey ha ricevuto un mandato di comparizione dalla polizia del Massachussets per rendersi disponibile per collaborare sul caso Hernandez. Lui e il fratello erano compagni di Hernandez al college ai tempi dei Florida Gators (tutti e 3 dividevano lo stesso appartamento) e secondo gli investigatori i fratelli Pouncey potrebbero sapere alcune cose preziose sul conto del'ex giocatore dei Patriots.

Ma i Miami Dolphins saranno i protagonisti del'anticipo della week 9 in casa al Sun Life Stadium dove ospiteranno i Cincinnati Bengals in una partita abbastanza complicata. Bengals in ottima salute con un record di 6 vinte e 2 perse concreti in attacco e messi benissimo in difesa saranno l'ennesimo super test per i nostri colori. Dopo una partenza a razzo con 3 vittorie consecutive abbiamo perso le restanti 4 e giocare in diretta nazionale e davanti al pubblico amico, nella notte di Halloween, potrebbe essere di stimolo a tentare di rimettere in sesto una stagione che sembra, purtroppo, destinata a concludersi come le preceenti senza nessuna degna nota di cronaca.

Durante l'intervallo della partita cerimonia per Jeff Offerdahl ex LB dei Miami Dolphins(1986-93), colpitore eccezzionale del periodo post Nick Buoniconti e prima di Zach Thomas. Il terribile # 56 avrà il piacere di vedere il suo nome inserito del Ring of Honor.

L'ultima partita, persa con i Patriots 27 a 17 aveva fatto vedere, almeno per il primo tempo, dei Dolphins concreti, cinici, affamati ma poi nel secondo tempo c’è stato un tracollo generale e non siamo più riusciti a fare niente. Con così poco tempo a disposizione per preparare una partita delicata come questa e con tutti questi problemi da affrontare l'atmosfera è abbastanza tesa anche per il fatto che l'attacco pare non sia più così contento da essere governato dal Coach Mike Sherman. Sempre in questa settimana alcuni giocatori hanno espresso pareri negativi su come Sherman abbia gestito il play calling durante le varie partite.

Per quel che riguarda invece gli infortunati l' Injury Report parla del TE Dion Sims è in forse per un problema ad un piede. Sims si è dimostrato fino adesso un ottimo bloccatore e se dovesse mancare lui la nostra linea avrebbe un problema in più in situazioni di protezione a tasca per Ryan Tannehill.

Probabile che venga promosso dalla practice squad il tight end Kyle Miller per prendere il posto a roster di Brandon Gibson, oppure l'altra alternativa, secondo me la più valida è inserire l'offensive tackle Will Yeatman,ex tight end e ora giocatore efficace in linea di attacco con un minimo di esperienza. Se queste 2 mosse non si verificassero ci sarebbe anche una chance per Nate Garner anche lui ottimo rincalzo per la nostra malconcia linea di attacco.

Injury Report
Miami Dolphins

OUT
NONE

DOUBTFUL
T Jonathan Martin (illness) did not practice
TE Dion Sims (toe) did not practice

QUESTIONABLE
NONE

PROBABLE
CB Brent Grimes (quad) practiced in full
T Bryant McKinnie (knee) practiced in full
DE Olivier Vernon (knee) practiced in full

Cincinnati Bengals

OUT
CB Leon Hall (Achilles) injured reserve
LB Rey Maualuga (concussion/knee) did not practice
S Taylor Mays (shoulder) injured reserve
DT Devon Still (elbow) did not practice

DOUBTFUL
NONE

QUESTIONABLE
LB Mike Boley (hamstring) did not practice
HB Rex Burkhead (hamstring) was limited
DE Wallace Gilberry (groin) was limited
WR Mohamed Sanu (shoulder) was limited
OT Andrew Whitworth (knee) did not practice
DNP - Did Not Participate
LP - Limited Participation
FP - Full Participation

Game Status
Out = Player will not play
Doubtful = 25% chance a player will play
Questionable = 50% chance a player will play
Probable = 75% chance a player will play

L'inizio della partita di questa notte è fissato per le 1:25 in Italia

Per seguire il PlayByPlay visita il sito della NFL.com

Visita il sito della NFL.com