logotype
20 -October -2021 - 15:47

Trasferta a Denver contro i Broncos al Empower Stadium per un incontro che sulla carta era quasi già deciso, una formalità per una squadra, i Dolphins, con un record di 6-3 e l'altra, i Broncos, con un record di 3-6, no? No! Molti hanno iniziato a dare contro al nostro Offensive Coordinator Chan Galeiy per le chiamate dei giochi troppo conservative, troppo datate, alcuni dicono che con la sua idea di football offensivo non si mettono in risalto le caratteristiche di Tua Tagovailoa e che il tutto ne risenta. Con la sua visione di gioco offensivo non riusciremmo a sfruttare al meglio il giovane rookie quarterback destinato ad accedere all'olimpo tra qualche anno. Mah, ovvio, tutti hanno giustamente la loro opinione, e tutti la vedono in un modo personale. Ma nelle precedent i 3 vittorie andava tutto bene? Eh già. Tutti i tifosi dei Miami Dolphins, me compreso, e credo tutta la squadra dirigenti, giocatori e cheerleaders, davano per scontato la vittoria sui giovani Broncos guidati dal Vic Fangio. Ehi si Vic Fangio, quel capo allenatore oggi a Denver con quella faccia che ricorda molto Louis De Funes, che ci ha fatto un bello scherzetto preparando la sua difesa a mettere in difficoltà per tutta la partita il giovane Tua. Fangio mente difensiva è riuscito con la sua esperienza a creare delle situazioni difficili da leggere per il nostro QB Tagovailoa e alla fine siamo tornati a Miami sconfitti e con bel 6 sack subiti.


La perdita della partita, come hanno già scritto altri, vale sempre 1 nella colonna della L, però è vero che per tutti noi davamo già per scontato che quel 1 fosse già nella colonna opposta, sotto la W. Altro fattore da tenere in considerazione secondo me è stato quello anche del continuo avvicendamento in linea di attacco. Per noi con un QB mancino il lato della linea dove bisogna stare molto più attenti è quello destro. Nelle precedenti 4 partite(Jets,Rams,Cardinals e Chargers) in cui abbiamo sempre vinto Hunt era proprio schierato come RG. La sua apparizione in linea tra i titolare è stata nella week 5(49ers) ma come LT in sostituzione a Jackson. Davis che aveva iniziato il campionato come RT alla week 6(Jets) si scambia di posizione proprio con Hunt, Davis LT e Hunt RT. Da quel momento si è sempre vinto. Domenica a Denver purtroppo senza Hunt come partente la linea era scesa in campo con questo assetto : LT Jackson, (che era rientrato contro i Chargers in week10), LG Flowers, C Karras, RG Kindley(rientrante) e RT Davis. Solomon Kindley anche lui rookie da Gerogia. Con Davis come RT nella prime 5 partite ne abbiamo perse 3 (Ne, Buf e Sea) e vinte 2 (Jax e SF). Non sarà dipeso totalmente da questa cosa ma se la linea non è ben affiata, e non si crea quell'alchimia giusta è difficile trovare un certo ritmo e tranquillità.

Con due rookie titolari in trincea (sono in 3 a ruotare con Kindley), Hunt appunto e Austin Jackson da USC a LT piu' un QB rookie Tua Tagovailoa possiamo dire che non dobbiamo lamentarci troppo. I ragazzi sono bravi e hanno solo bisogno di tempo per riuscire a crescere insieme anche attraverso a queste sconfitte. Dall'altra parte l'esperto Fangio è riuscito a colpirci proprio lì, nel punto meno esperto della nostra macchina offensiva.  I Miami Dolphins non sono riusciti a ribaltare la partita dopo essere passati in vantaggio abbastanza presto ma si dalle prime fasi il nostro attacco si è sempre dimostrato in difficoltà. La mancanza del WR Preston Williams pesa perchè Devante Parker è spesso sotto doppia copertura e quasi tutti i nostri Tight Ends non sono mai riusciti a scrollarsi di dosso le coperture de brvai difensori di Denver. Il nostro gioco di corsa con l'undrafted free agent Ahmed, Laird e Breida è risultato insufficiente e loro l'hanno sempre ben gestito. 

In sintesi un applauso al CB Xavin Howard che con un intercetto va a 5 in 11 partite e fa aumentare la striscia di 16 partite consecutive dei Miami Dolphins con almeno un takeaway a favore. Negli special teams in evidenza Clayton Fejedelem con degli ottimi stop sui ritorni di calcio. In difesa bene Davis nel mezzo a randellare tutti, ma bene anche Ogbah, McCain Roberts Sieler e più concreto anche Byron Jones, finalmente. Nel primo quarto intercetto di Howard e subito dopo però anche Tua si fa intercettare ma un holding difensivo lo salva. Scappando sotto pressione ha lanciato la palla a caso sulla side line ma anche questa volta finisce tra mani nemiche. Proseguendo il drive andiamo in meta con Parker che riceve in acrobazia e con ottima concentrazione sulla linea a lato della endzone destra. Sanders trasforma DEN 0 MIA 7 1qt

Needham si fa notare piu' di una volta per delle belle manone tra la palla e le mani del WR avversario. La nostra difesa poi è messa sotto pressione a gestire il loro gioco di corse con Lindsay e Gordon, bene Van Ginkel, Jones e Roberts ma alla fine loro riescono a pareggiare. DEN 7 MIA 7 1qt

Tua si trova in difficoltà e subiamo il primo sack. Quando loro tornano in attacco l'opposizione di Van Voy di Davis e Ogbah sulla goal line forzano i padroni di casa di mettere solo 3 punti con un FG. DEN 10 MIA 7 2qt

Torniamo in avanti ci muoviamo bene, belle prese di Gesicki e Parker con buone corse anche Ahmed ma sul più bello dalle DEN14 Tua subisce un altro sack e andiamo al FG con Sanders da 41ys, pareggio. DEN 10 MIA 10 2qt

Prima dello scadere del primo tempo si portano in vantaggio sempre con un calcio piazzato da 47ys. DEN 13 MIA 10 1H

Nella ripresa i Denver Broncos si giocano un 4&1 ma la nostra difesa li blocca. In linea di attacco per noi si infortuna il rookie Solomon Kindley che era in campo come RG e al suo posto viene messo Davis che era come RT, e al posto di Davis torna tra i titolari il rookie Hunt come RT. Tua non per colpa della linea subisce ancora un sack e il drive si interrompe lì. Lawson e Sieler fanno buona guardia e ci mettono molto impegno. I padroni di casa vanno al concreto con delle corse senza rischiare molto, vanno spesso in diagonale e poco alla volta riesce a macinare campo. Prima della fine del terzo periodo lo allungano con un TD di Gordon su corsa grazia anche ad una violenza non necessaria contro di noi. DEN 20 MIA 10 3qt

Devante Parker poi si mette nuovamente in mostra la sua abilità a ricevere palle difficilissime ma la poca attenzione del TE Gesicki che commette una falsa partenza ci penalizza di nuovo a ricalciamo un punt. Successivamente altri sack per Tua Tagovailoa che dopo la partita vinta contro i Chargers aveva dichiarato che non pensava che fosse così facile giocare nella NFL, che pensavo che sarebbe stato davvero molto più complesso e difficile ! Appunto : TAC! Complimentoni!  All'inizio dell'ultimo periodo Tua subisce 2 sack e nell'ultimo sembra che nel placcaggio con rotazione su un lato la gamba e il piede gli rimangono un pò in contorsione. Nel drive successivo il suo posto lo prendere Fitzpatrick che guida subito i Dolphins ad un FG. DEN 20 MIA 13 4qt

I Broncos poi mettono in pedi un ottimo drive che li porta quadi a segnare su corsa con il RB Grodon II ma la prodezza di Van Ginkel che in placcaggio sull'avversario su 1 yard di MIA forza un fumble che viene recuperato da Rowe. Azione da medaglia d'oro. Fitzpatrick prende in mano la squadra e dalle MIA1 riesce a far muovere la catena di continuo in questo ultimo drive che ipoteticamente avrebbe portato al pareggio. Sul più bello quando ci giochiamo un 3&8 sulle DEN 15 (1:10 al termine) (Shotgun) R.Fitzpatrick scarica un passaggio profondo al centro della endzone per D.Parker che però è in doppia copertura : INTERCETTO di J.Simmons. Touchback e finisce così.

DEN 20 MIA 13 F

Piu' che in campo i calci li abbiamo presi sulla sideline, il loro coaching staff si è rivelato più esperto e ha saputo portare a casa un vittoria senza esprimere chissà quali gioco o prodezza, sack a parte, perchè realizzarne così tanti in un incontro è davvero da gente che sa giocare. Potevamo fare molto di più. Attacco ultra sterile sempre in balia della loro linea difensiva. Non siamo mai riusciti a prendere le misure e abbiamo perso lì la partita in trincea. Una sconfitta dolorosa ma che può farci solo bene, una bella lezione, che le partite si vincono in campo. Con questa sconfitta, abbiamo un record di 6 vinte e 4 perse, e manteniamo il secondo posto nella AFC East Division dietro i Bills(7-4) che hanno riposato, i Patriots(4-6) hanno persono contro i Texans e i Jets(0-10) sconfitti dai Chargers. E domenica a New York contro i Jets! Revenge? Sperem. 

Clicca qui per vedere tutte le statistiche sulla partita raccolte nel Gamebook ufficiale della NFL