logotype
27 -January -2020 - 14:52

Notizie

Carote affettate dagli artigli delle tigri 22-7 per loro

Quando in Italia alle 2:25 era appena iniziato il nuovo giorno, venerdì 30 Settembre, a Cincinnati, Ohio al Paul Brown Stadium si è giocato l'anticipo della Week 4 il Thursday Night Fooball tra Dolphins e Bengals. Noi in divisa completamente Orange e a dire il vero sembravamo un branco di carote.  La partita dobbiamo parlarne? Ok Vabbeh... Quindi Del drive iniziale per CIN ma la nostra difesa lo blocca e vanno subito al FG BENGALS 3-0

Poi noi in 2 giochi siamo in TD grazie ad un lancione di Tannehill di 74 ys per Stills  DOLPHINS 7-3

Loro poi rispondono con un TD su pass dopo un bel drive di 7 giochi per 90  BENGALS 10-7

Poi niente non muoviamo la palla con corse sporadiche di Ayaji ma senza fortuna mentre successivamente la nostra difesa li ferma ancora e vanno al secondo FG BENGALS 13-7

Alla fine del secondo quarto di gioco prima dei 2 minutes warning torniamo in attacco ma Tannehill dorme subisce un sack e perde la palla poco più avanti della nostra red zone, regalone per loro. La nostra difesa contiene e alla fine loro vanno nuovamente al terzo FG BENAGLS 16-7 a fine primo tempo

Alla ripresa maciniamo un po' non male ma poi un sack ci allontana dal raggio da FG e andiamo al punt.Loro riprendono la marcia e la musica non cambia la linea di difesa non si fa passare, concediamo qualcosa sui lanci lunghi per A.J. Green che ha il bel tempo, continuamente e la nostra difesa tiene la porta chiusa e loro si devo accontentare del quarto FG, palla tra i pali BENGALS 19-7

Torniamo in attacco ma niente da fare la linea collassa, non protegge, c'è un casino lì in mezzo, non tiene e subiamo l'ennesimo sack, altro punt per noi, tristezza. Verso la fine del terzo quarto un sack messo a segno dal nostro backup LB Bobby Mc Cain ferma il loro drive, finalmente e li costringe al punt.

Putroppo però il tutto viene subito vanificato perche' durante il punt FEDE abbatte il loro punter dopo mezza giornata, penalità, violenza non necessaria, 1 down per loro e rientrano in attacco : devastante.

Sembra un telefilm, puntata diversa, situazione identica, uguale la difesa limita i danni altro FG per loro all'inizio dell'ultimo periodo BENGALS 22-7

Nelle precedenti partite il quarto quarto è stato quello dove ci siamo svegliati in attacco, ma giocavamo nel pomeriggio con il sole, qui in notturna... e' notte fonda!!!  Altro sack per Tannehill e se c'è bisogno di capirlo adesso quell'inizio scoppiettante e' stata una eiaculazione precoce  o una emissione notturna, niente di più.  Jarvis Landry non si arrende, Parker fa il suo, Drake pure impiegato poco. Con 5 minuti dal giocare Tannehill si fa intercettare e se c'erano ancora delle remote speranze con questo gioco per noi la partita è finita.

Tante le difficoltà incontrate nella gara contro Cincinnati. La linea di attacco ha subito l'ennesimo aggiustamento con Branden Albert fuori e al suo posto come LT il rookie prima scelta di quest'anno Laremy Tunsil che nelle prime 3 giornate aveva sempre giocato come LG posto preso dal titubante Billy Turner e con l'assenza di Steen che già sostituiva Pouncey come C abbiamo schierato Kraig Urbik. 5 sack concessi di cui 3/4 per colpa dei blocchi mancati 1/2 Tannehill si è addormentato.

La linea non ha retto nulla, anzi forse fin troppo per come era stata preparata all'ultimo momento e in corsa in pochi giorni a disposizione. Non c'è comunque da dare la colpa solo a loro in linea però perchè anche questa volta il QB Ryan Tannehill ci ha messo del suo!  Dall'altra parte purtroppo la pattuglia di Geno Atkins & C. è sempre stata lì a creare danni per tutta la partita. Attacco asfittico, difesa sottotono ma in alcuni momenti ha contenuto bene e ha spesso limitato i danni nel concedere FGs e non TDs e questo bisogna riconoscerlo. 

Senza Misi e Jenkins i rincalzi McCain, Paysinger, Butler e Hewitt alla fine hanno fatto meglio di Alonso, mai visto! Ovviamente poi con il fatto che il nostro attacco usciva praticamente subito dal campo la difesa sempre in campo per buona parte della gara alla fine era distrutta, stanca.

Solo nel primo tempo noi in campo con l'attacco 8:24 e la nostra difesa 21:36. La decisione di tenere in panchina il veterano, 6 anni di esperienza Byron Maxwell e far giocare il rookie CB Lippett in pratica non è stata una mossa azzeccata con pochi giorni da preparare la gara (da domenica a giovedì) e far difendere uno inesperto su un WR tra i migliori della lega A.J.Green (173 yards 1  touchdown con 10 ricezioni) che avrebbe fatto bene comunque contro Maxwell siamo onesti. Forse un pelo meglio poteva andare se in copertura ci fosse stato il buon rookie Xavien Howard.

Dopo la partita l'Head Coach Adam Gase ha detto che in questi 10 giorni, prima delle 4 partite di fila che giocheremo in casa (Titans, Steelers, Bills e Jets) valuterà ogni cosa dagli schemi, giocatori, decision-making e anche il suo play-calling. In settimana a Miami si faranno tutti delle domande, qualcuno dovrà prendere delle decisioni importanti, questa squadra non si deve accontentare di avere un bello stadio e le più belle cheerleaders del mondo.