logotype
03 -December -2021 - 11:34
Dove eravamo rimasti? Ah si, al dopo partita contro i Buccaneers e siamo già pronti per la terza partita di preseason contro i Cowboys che si giocherà a Miami Sabato 23 Agosto alle ore 19:00 di Miami quando in Italia sarà già 1:00 di Domenica mattina, la prima partita di quest'anno difronte al pubblico amico. La partita più significativa di questo periodo dove i presunti titolari dovrebbero essere impegnati in campo per più tempo. Partita decisiva anche per i tanti giovani per farsi vedere e poi tentare di rimanere a roster sopravvivendo ai prossimi tagli. Al momento sono ancora 90. Il periodo dei tagli, delle decisioni su cui tenere o tagliare.
 
Ci siamo. Il 26 Agosto i Miami Dolphins dovranno liberarsi di 15 giocatori riducendo il roster da 90 a 75 giocatori entro le 19:00 Italiane e poi il 30 Agosto ne rimarranno solo 53 e quindi gli ultimi tagli entro sempre le 19:00 Italiane!!! Il 31 Agosto le squadre poi dovranno comunicare l'elenco dei 10 giocatori, e non 8 come in precedenza, che faranno parte della Practice Squad. Negli ultimi anni la squadra ne tagliava anche qualcuno in più per tenere degli slot già liberi sperando di pescare nelle liste dei giocatori tagliati altrove. 
 
Dopo la partita contro i Buccaneers si è evidenziato il problema in linea di attacco che anche se migliorato ripsetto all'anno scorso c'è ancora da lavorare di brutto. Il sack subito da Tannehill da parte di McCoy è stato concesso per l'inefficienza di Dallas Thomas in fase di protezione in linea. Con 5 giocatori nuovi che insieme non hanno mai giocato come nucleo  non è facile. E' quello per ora il nostro limite, il nostro termometro. Se la linea migliorerà la squadra, in attacco, potrebbe fare buone cose, ma se la linea non cresce ci potremmo a rivedere un film già visto come in passato.
 
LG Dallas Thomas è in una posizione scomoda, pressato a fare solo bene e a non sbagliare ma ad incalzarlo ad insediare il suo spot in linea, è giusto dirlo, non ci sono dei fenomeni ma altri onesti lavoratori o meglio un gruppo di ragazzi che si impegnano. Dallas Thomas oltre a non aver gestito al meglio la "pratica" McCoy è stato colpevole di 2 penalità e se non sbaglio per holding, trattenuta.
 
Dietro di lui il rookie Billy Turner che ha delle chance per "guadagnarsi" il posto da titolare in barba a Thomas, ma anche Shelly Smith, che aveva iniziato male il training camp, impiegato anche in altre posizioni ma che ultimamente, come RG, sembra migliorato. Per ora il lato sinistro con LT Brandon Albert e LG Daryn Colldge sembra dare garanzie. In posizione di C per ora c'è il rientrante Samson Satele fino a che non rientra Mike Pouncey. Back up degni per essere impegnati anche come center sono Nate Garner e Sam Brenner. Bene per ora a destra Ja'Wuan James come RT prima scelta di quest'anno al draft. 
 
 
E' ovvio poi che nel caso rientrassero anche il TE Charles Clay e il RB Knowshon Moreno l'attacco potrebbe subito avere degli altri risultati, e la difesa dei Dallas Cowboys dovrebbe avere da lavorare di  più a coprire e a chiudere tutto il campo e si spera per tutto il sabato sera.
Con tutti gli effettivi dell'attacco in salute e disponibili anche la pressione sulla linea di attacco sarebbe meno pressante. 
 
Sul versante dei ricevitori dobbiamo essere molto contenti per quello che abbiamo visto per ora nelle 2 partite di Brandon Gibson e di Rishard Matthews. Gibson se riuscirà a rimanere integro secondo me quest'anno può davvero dare un ottimo contributo. Lo stesso Matthews sembra migliorato ma al momento è un attimo in ombra dietro la nuvola Wallace che parla si atteggia ma che in concreto pare combinare poco. Anche se siamo solo all'inizio credo che per lui possa essere questo il suo ultimo campionato a Miami.
 
Matthews si impegna sempre e quelle poche che viene coinvolto la palla la riceve. In offseason ha avuto modo di allenarsi con Brandon Marshall e ha riferito che quel lavoro svolto con l'ex ricevitore dei Dolphins 2010/11 lo ha migliorato. Nel training camp anche il rookie Landry ha fatto vedere di essere un ottimo ragazzo e Bill Lazor non può essere che contento ad averlo in squadra.
 
Per quel che riguarda invece il reparto dei runningbacks anche qui c'è ancora da vedere all'opera Moreno e Thomas e forse li vedremo proprio Sabato notte. Al momento sulla carta Lamar Miller e Moreno dovrebbero essere i titolari poi si vedrà.
 
La difesa contro Tampa ha giocato meglio che contro i Falcons in apertura di preseason. 5 sack e 4 fumbles con 2 recuperati all'attivo non sono male.  Il reparto che deve migliorare è certamente quello dei linebackers. Oltre ai veterani ci sono il rookie Jordan Tripp e l'undrafted Chris McCain da California che sgomitano e verranno impiegati anche loro con le rotazioni dei giocatori della prima difesa. 
 
Nella secondaria c'è ancora la battagli aperta per la posizione di nickel cornerback tra Will Davis e Jamar Taylor entrambi al secondo anno con i Dolphins. In leggero vantaggio perora sembra Taylor che se così fosse Cortland Finnegan dovrebbe andare a curare sul ricevitore schierato nello slot mentre Taylor all'esterno. Se invece fosse Davis il contrario, lui in mezzo e Finnegan all'esterno.
 
 
 
In posizione di safety abbiamo bisogno che Jerry Wilson giochi con più concretezza e che vada per il placcaggio e non solo per il colpo. Sarà lui il titolare fino a che Reshad Jones non rientrerà dopo la squalifica di 4 partite. Ovviamente per Wilson, che al momento è dato come safety titolare, questa transizione da corneback, nickel cornerback a safety non sarà per niente facile e speriamo anche che sia indolore. 
 
Nella posizione di kicker si è distinto l'ultimo arrivato, John Potter che ha preso il posto di Caleb Sturgis che non ha ancora risolto il problema all'inguine. Su alcuni siti danno il giocatore sulla Hot Seat, che rischia il posto. Lo scorso anno per lo stesso problema alla squadra sono costate 3 vittorie che avrebbero forse aiutato i Dolphins nella corsa ai playoff. Sturgis si è venuto a sapere che era pronto al rientro in campo a Tampa ma che proprio durante il warm up abbia peggiorato la sua condizione.
 
I Dolphins in ogni caso difficilmente terranno 2 kickers a roster per l'inizio del campionato e per il General Manager Dennis Hickey sarà da valutare bene questa delicata posizione. Se il giocatore finisse sulla Injured List e ci rimane sino l'inizio del campionato poi sarebbe costretto a rimanerci per la prima metà della stagione. Nella peggiore delle ipotesi, se venisse tagliato, i Dolphins risparmierebbero poco e niente essendo nel secondo anno del contratto da rookie...
 
Altri giocatori che rischiano il posto sono il RB Marcus Thigpen anche lui leggermente infortunato e ritornatore di calci. Con Tampa il rookie WR Jarvis Landry ha fatto vedere di saperci fare e per niente male. Il RB Donald Thomas potrebbe essere della partita e per lui sarebbe il debutto in stagione perchè si era stirato e con il rientrante Moreno, Miller, Gillislee anche lui con ancora problemi di stiramento, il rookie Williams e lo stesso Thigpen il reparto dei running backs è davvero affollato e qualcuno potrebbe essere di troppo. 
 
Recentemente l'Head Coach Joe Philbin ha detto che secondo lui i Dolphins per disputare una buona partita dovrebbero essere sempre in condizione di segnare una media di 25 punti a partita e che forse con un punti totali di 400 si potrebbe raggiungere i play off. Ovvio poi che bisogna vedere se la difesa ne prende meno 26 a partita! L'anno scorso la media punti era 19,4 con il 26esimo attacco. A me 25 punti a partita sembrano pochini.
 
Una ultima nota curiosa è che Forbes stilando la classifica della squadre NFL che valgono di più segnala i Miami Dolphins alla posizione # 16, giusto a metà per un valore complessivo di un miliardo e 300 milioni di dollari. Le altre... a noi non interessano ahahah