logotype
27 -June -2022 - 08:29
Mammamia che partita!Alla fine abbiamo perso noi anche e in parte abbiamo disputato un ottima gara. Il nostro reparto migliore purtroppo domenica a Denver non è sceso dall'aereo, o è rimasto in hotel. L'attacco guidato alla grande dal QB Ryan Tannehill fà vedere i "bambini con i baffi" ai Denver Broncos, a Peyton Manning e a tutti i loro tifosi per quasi tutta la partita...ma ahimè alla fine, il vecchio saggio, poco mobile, poco reattivo, poco lucido, trova il modo di salvare le chiappe. Ad essere maligni si potrebbe pensare che il nostro Jimmy Wilson il prossimo anno farà compagnia di reparto con Talib!!!
 
A Wilson se non ho perso il conto sono state chiamate 3 sanguinose flag, 2 delle quali per fallo personale!!! Peyton Manning è, ancora, un gran QB ma certi aiutini il nostro Wilson poteva risparmiali. Ok
non voglio essere un piangina ma i dati sono questi: andiamo a Denver senza numerosi titolari, Brenden Albert in linea di attacco, Knowshon Morene nel backfiled, Charles Clay come TE, Cortland Finnegan e durante la partita escono Jamar Taylor, poi James in linea di attacco, Freeney come LB e asso negli special teams... Ok anche a loro mancavano dei giocatori importanti ma loro sono reduci da una stagione che li ha portati al Superbowl, noi no!
 
Comunque abbiamo iniziato molto bene, con grande personalità e siamo anditi subito in vantaggio nel drive di apertura, abbiamo varcato la linea di meta con il RB D.Thomas. La loro risposta e flebile e la nostra difesa li contiene bene concedendo solo un FG dalla distanza. Ecco forse la difesa ha giocato bene quel drive lì, dico in generale. Il primo tempo finisce 7 a 3 per noi. Dopo nel secondo periodo allunghiamo con un bel TD su corsa di Ryan Tannehill nell'angolino a dx. 14 a 3 per noi ma i Broncos rispondono con un meta su lancio accorciando a 14 - 10.
Poco prima della fine del primo tempo torniamo con un TD su passaggio per Wallance che batte Talib nell'angolino a dx. 21-10 per noi. Ecco da questo punto forse trovandoci avanti così in tranquillità abbiamo abbassato la guardia credo e Manning ci ha puniti accorciando nei 2 minute Thomas. 21-17 all'intervallo.
 
I Broncos, Manning, non si sono mai trovati in questa situazione, così sotto in casa e in questo modo. Il nostro attacco padrone della loro difesa ma la nostra difesa a tenere a contenere il loro attacco anche se a fatica. Purtroppo la pressione in linea di difesa, che è sempre stata la nostra forza, la nostra firma fino alla week 11, è un ricordo.
 
Non riusciamo a toccare Manning sempre fin troppo ben protetto. Forse i nostri schemi difensivi con così tante rotazioni del personale non ci aiuta. E' loro il primo drive alla ripresa nel secondo tempo e riusciamo a bloccarli e a concedergli di tentare un FG che viene sbagliato. L'azione che chiude il drive e che li costringe al calcio è quando Peyton Manning si vede arrivare addosso il nostro Jelani Jenkins si inchina, si sotterra per evitare di ricevere un timbro.
 
Torniamo in attacco ma non riusciamo a proseguire il drive, andiamo al punt e qui il nostro long snapper Denney seguendo l'azione si porta in avanti e nell'azione di placcaggio del ritornatore recupera il fumble. Tannehill non si fàpregare e poi trova il modo di trovare Landry touchdown MIAMI 28-17. Jarvis Landry, grande rookie che quest'anno si è davvero ritagliato uno spazio speciale nel cuore di tutti noi tifosi. 28 a 17 per noi. Ottimo comunque anche l'apporto di Gibson e Sims, scolastico Wallace e buono anche Hartline.
 
A cavallo tra il terzo e il quarto quarto non tanto Manning ma il loro RB Anderson guida i suoi alla rimonta e si rifanno sotto, TD su passaggio per Thomas e conversione da 2 punti per Sanders con il punteggio che passa 28 a 25 con noi sempre al comando. 
 
 
E' questo il momento che c'è il collasso della nostra difesa e il nostro attacco, anche qui con varie rotazioni nella posizione di RB tra Miller Thomas Williams e James, non riusciamo a trovare continuità per continuare ad offendere in modo decisivo. Grande il loro RB Anderson.
 
Noi commettiamo troppe penalità. La nostra difesa è poco reattiva, in balia, preoccupata da Manning che non ha comunque mai annusato le nostre maglie, sempre lì al sicuro della sua tasca per tutta la partita. Inaccettabile. Non riesco a darmi una spiegazione.
 
Alla fine anche in attacco non sembriamo più lucidi neanche noi. Forse la paura di perdere, boh...
 
Indovinate poi... Con 11 minuti da giocare nell'ultima frazione di gioco i Broncos con la palla in mano a Manning muovono la catena bene senza che la nostra difesa riesca ad arginare la loro manovra. Siamo preoccupati di lanci lunghi e alla fine concediamo tanto sulle corse, tanti i placcaggi ciccati e poca la furia nel tentare di finire l'azione e alla fine Anderson chiude il drive segnando un TD, meritatissimo per lui che sigilla il sorpasso per i padroni di casa che per la prima volta comandano 32 a 28 quando ci sono 5 minuti da giocare nel quarto quarto.
 
E' qui ci si mette anche la sfiga... quando Tannehill mentre cerca di trovare Landry subisce un intercetto... il braccio del difensore che cura Landry è già appoggiato prima che la palla arrivi lì in zona, ma nessuno lo vede, la palla schizza in aria e viene intercettata dai Broncos.
 
Palla loro sulle nostre 8ys.... della serie Walking Dead o A volte ritornano...Wes Welker riceve una palla e segna pure una meta che concretizza il vantaggio 39 a 28.
 
Il nostro attacco, con poco più di 3 minuti da giocare e sotto di 11 punti,2 possessi offensivi, e quasi a partita già chiusa prova a ribattere... Il morale è ovviamente a terra ma in ogni caso la prova d'orgoglio è da apprezzare perchè torniamo nella loro endzone nuovamente con un td su ricezione per Landry che poi viene trasformato da 2 grazie ad una corsa tra le linee di Miller.
Broncos 39 Dolphins 36.
 
Tentiamo una rabona con Sturgis che però non va come sperato e la palla rimane ai padroni di casa fino alla fine.
A mio parere la nostra difesa ha regalato la vittoria ad una squadra, i Broncos, che non si sono dimostrati superiori ai nostri giovani Miami Dolphins. Terza sconfitta per pochi punti, dopo quella contro i Packers x 2 e Lions x 2 questa x 3, escludendo le altre 2 nette e giocate in modo pessimo contro Bills e Chiefs ora abbiamo un record di 6 vinte e 5 perse. Playoff... difficile!!! 
 
Nella nostra division i Patriots vincono nettamente in casa contro i Lions e Bills e Jets giocheranno nella notte tra Lun e Mart a Detroit perchè a Buffalo lo stadio era coperto da metri di neve. Settimana prossima per la week 13 noi giocheremo il Monday Night Football contro i Jets a New York al Met Life Stadium. Jets Suck & Fins Up