logotype
25 -June -2022 - 07:25
I Miami Dolphins faticano molto di più del previsto per battere i Jaguars nel loro stadio di Jacksonville. Il punteggio finale è 27 a 13 per la squadra del sud della Florida ma sinceramente non è stata una bella partita quella giocata dai nostri beneamini. Fortunatamente la nostra difesa ci ha tenuto alla larga da grsossi problemi evidenziati questa volta dal nostro attacco. Bellissima giornata di sole con stadio pieno e con prevalenza di tifosi dei Dolphins. Jacksonville è stato teatro nel Gennaio del 2000 della più grande disfatta dei Miami Dolphins, quella partita di playoff, l'ultima giocata da Dan Marino come QB... partita che finì 62-7 per loro, una ecatombe, un disastro che ancora se ci penso mi distrugge. Questa volta Dan Marino è tornato come dirigente e sono certo che ha speso delle belle parole ai nostri prima dell'incontro.
 
L'inizio è stato davvero pessimo ma poi siamo riusciti ad imporci e a portare a casa una vittoria che ci permette di raggiunger eil record di 4 vinte e 3 perse prima di ricevere come ospiti i San Diego Chargers(5-2) che erano stati battuti nell'anticipo dai Broncos giovedì notte. Ma prociediamo con ordine come ho già ribatito non è stato facile quanto sulla carta. Partono in attacco i padroni di casa che arrivano fino alle nostre 30ys da dove tentano di calciare un Fg che però viene bloccato da Olivier Vernon e la palla presa in aria da Michael Thomas che la riporta per 18ys fino alle nostre 43ys. Il nostro primo possesso offensivo è da dimenticare, timido, impreciso, con subito una penalità chiamata a Brandon Albert e poi subiamo, pronti e via, il primo sack della giornata!
 
 
Nel secondo drive dei padroni di casa mettono tra i pali un pallone da 46ys ma commettono una penalità e il calcio viene annullato e allora decidono di andare al punt senza rischiare di lasciarci la palla a metà campo. Riceviamo la palla sulle nostre 9ys con un fair catch di Landry e da lì, al primo gioco del secondo drive subiamo il secondo sack! Bang e anche qui poi andiamo nuovamente al punt.
 
Il terzo drive di Jaguars, che si affidano a Blacke Bortles in cabina di regia e alle corse del bravo Denard Robinson, si dimostrano concreti e con le tante read options ci mettono in crisi spesso conquistando sempre delle yards importanti. Sono loro che controllanoil gioco e che fanno la partita, hanno un buon piglio e i nostri sembrano imbambolati. Riescono ad arrivare sulle nostre 23 yards ma qui Vernon riesce a pressare bene e procura un fumbles che purtroppo viene ricoperto da Jacksonville proprio allo scadere del primo quarto. MIA 0 JAX 0
 
Sul 1&15 dalle nostre 28ys Bortles pressato lancia male e la palla viene intercettata dal nostro Louis Delmas che riporta l'ovale fino in meta per ben 81yards. Touchdown Miami, trasformazione buona MIA 7 JAX 0
 
 
I Jaguars non ci stanno e mettono in opera un drive di ben 14 giochi consumando 8:32 sul cronometro ma si devono accontentare di soli 3 punti con un FG da 30ys. MIA 7 JAX 3
 
Quando torniamo in attacco anche questa volta siamo impotenti di imporre il nostro gioco. La loro difesa pressa bene e Tannehill soffre un 3 e fuori. I Jaguars pensano di poter sfruttare il nostro momento negativo e tentano di lanciare sul profondo dove noi commettiamo una sanguinosa penalità con Grimes, interferenza, 23ys regalate. Fortunatamente successivamente mentre Bortles trova un corridoio per correre nel mezzo della nostra difesa Jelani Jenkins lo colpisce duramente facendogli perdere il possesso della palla che viene recuperata da Louis Delmas. Non male davvero. Riproviamo ad attaccare ma dobbiamo poi accontentarci di soli 3 punti, Tannehill corre anche  ma poi non concretizziamo, non chiudiamo la gara e Sturgis la piazza da 43ys.
MIA 10 JAX 3
 
Alla ripresa del gioco, prima dell'intervallo, ci sono 52 secondi da giocare con i padroni di casa che provano invano a riportarsi in avanti, ma Cameron Wake non è dello stesso avviso e mette a segno un sack ai danni del Qb avversario. Fine primo tempo MIA 10 JAX 3
 
L'idea è che abbiamo sottovalutato l'avversario e in campo si vede poco impegno. L'attacco non si muove e a fine primo tempo le statistiche sono pietose :
3 primi down nostri contro i loro 11 - noi 56ys totali e loro 219!
 
 
Apriamo noi in attacco il secondo tempo e purtroppo sembra che i nostri siano ancora negli spogliatoi, o almeno quelli dell'attacco in generale... Subiamo il terzo sack della partita e andiamo al punt.
Grazie alla nostra difesa che nel primo drive della partita aveva intercettato e riportato in meta la palla anche nel primo drive dei padroni di casa nel secondo tempo la cosa si ripete ma questa volta è Brent Grimes il nostro idolo. Trasformazione buona MIA 17 JAX 3
 
La musica non cambia con loro di nuovo agguerriti a reagire e riescono ad arrivare in posizione per accorciare con un FG da 40ys dopo un drive di 10 giochi dove c'è anche spazio per il sack di Vernon su Bortles. MIA 17 JAX 6
 
Altro 3&out per Tannehill e soci e questo è davvero inaccettabile. Ok la loro difesa è davvero brava ma con tutte le possibilità che abbiamo in attacco trovo assurdo che non si riesca a trovare un modo per muovere la catena. 
 
Al loro possesso altro sack per noi con il Reshad Jones che blocca il drive di Jacskonville costringendoli anzi tempo al punt.
 
Verso la fine del terzo quarto finalmente un bel lancio di Tannehill che trova Wallace per un completo di 42ys seguito poi da un'ottima corsa centrale di Lamar Miller che infila un buoco e guadagna 30ys in un sol colpo. Ci sono voluti quasi 3 quarti... incredibile. Dalle loro 3ys è un gioco da ragazzi per Tannehill torvare a sx Matthews per il Touchdown della conferma. Buono il calcio e punteggio che diventa MIA 24 JAX 6
Con 7 giochi abbiamo coperto 95ys in 3:32.
 
 
Il terzo quarto finisce con i Jaguars che non si muovono, sono scoraggiati e vanno all'ennesimo punt.
MIA 24 JAX 6
 
Ultimo periodo con la partita in controllo riusciamo a muoverci meglio, più sciolti e più in tranquillità... quasi troppa perchè arrivati in prossimità della loro endzone dopo un bel drive di 10 giochi Tannehill su un primo tentativo e goal dalle loro 5 yards lancia una schifezza di palla al centro, un lob per Matthews doveva essere, che viene intercettato facilmente da un avversario. Touchback. Peccato
 
Nel drive sucessivo c'è spazio anche per un sack messo a segno dal nostro DE Terence Fede, (quello che secondo molta stampa sportiva americana i Dolphins non dovevano prendere e scegliere Michael Sam...) che chiude di fatto la partita dei Jaguars.
 
Con poco più di 8 minuti da giocare al termine un si aspetta altri punti, una meta... punti si, gli ultimi 3 sempre grazie al piede di Sturgis al terzo centro in partita, questa volta da 29ys.
MIA 27 JAX 6
 
Con la partita in tasca la difesa si rilassa e subiamo un TD che non compromette nulla fortunatamente. 
Finele MIA 27 JAX 13  
 
Nella nostra division i Patrios distruggono i Bears e i Bills battono i Jets a New York e ora al momento la classifica è questa
Patriots 6-2(2-1)
Bills 5-3(2-1)
Dolphins 4-3(1-1)
Jets 1-7(0-2)
 
Settimana prossima giochermo a Miami contro i San Diego Chargers, i Jets andranno a giocare contro i Chiefs e i Patriots ospiteranno in casa i Broncos mentre giornata di riposo per i Bills