logotype
27 -January -2022 - 07:32


I Miami Dolphins hanno annunciato di aver messo sotto contratto il rookie wide receiver B.J. Cunningham per 4 anni.  

Proveniente da Michigan State e' stato la sesta scelta del recente draft, la 183esima in assoluto ed e' il primo rookie di questo draft che firma il contratto.

Cunningham e' stoto per 4 anni il ricevitore titolare e ha giocato con gli Spartans 42 di 51 partite finendo la carriera NCAA come Michigan State's all-time leader per ricezioni (218) e per yards ricevute (3,086). mentre e' "solo" secondo all-time con 25 touchdown ricevuti.

Cunningham a questo punto ha delle buone chance per trovare spazio in campo vista la dipartita di Brandon Marshall ai Chicago Bears in offseason.

 

Il RB/FB Jerome Messam e' stato rioperato per la seconda volta in 5 mesi e il giocatore ha condiviso su Twitter il suo stato d'animo. Ovviamente cerca di rimanere positivo anche se 2 operazioni in pochi mesi non sono divertenti da subire.

Messam era stato messo sotto contratto dai Miami Dolphins a Febbraio come free-agent proveniente dalla Canadian Football League.

Messam l'anno scorso in Canada si e' guadagnato il premio come  CFL's Most Outstanding Canadian Player Award dopo aver conquistato su corsa ben 1,057 yards e segnando 18 touchdowns in 18 partite. Purtroppo pero' si e' infortunato al ginocchio sinistro a Novembre che gli ha fatto interrompere la stagione anzitempo. Ben strutturato, grosso e potente 6-foot-4 x 248lbs ha participato al Miami Dolphins volunteer veteran minicamp il mese scorso indossando la maglia # 35.

I Miami Dolphins trovandosi in questa situazione con Messam nuovamente sotto i ferri stanno visionando un possibile sostituto che attualmente e' a Miami a provare con i Dolphins. Si tratta di
Ovie Mughelli e anche lui tramite Twitter ha confermato la cosa. Mughelli ha esperienza come fullback ed e' nella NFL da 9 anni, prima con i Ravens e dalle ultime cinque stagioni con gli Atlanta Falcons. Mughelli l'anno scorso e' stato messo sulla injured list dopo un infortunio al ginocchio nella week 7.

 

[Jerome Messam in CFL - Ovie Mughelli lo scorso anno con i Falcons]
 

Il running back dei Miami Dolphins Reggie Bush ha recentemente espresso l'intenzione di voler vincere la classifica del miglior runner per yards corse della NFL nella prossima stagione.

E qui ce' il video il frammento del video della trasmissione NFL Total Access dove Warren Sapp e Marshal Faulk ne discutono negli studi della NFL Network[video da NFL.com]

I Miami Dolphins hanno annunciato di aver messo sotto contratto il rookie OT Andrew Mc Donald da Indiana University.
Il giocatore era stato invitato come undrafted free agent al recente mini camp. Giocatore grande e grosso, molto fisico si e' fatto notare dall'allenatore della linea di attacco con il suo numero #75. La scorsa stagione al college il suo reparto, linea di attacco ha permesso di far correre oltre 1300 yards in stagione. Con i Hoosiers ha giocato 23 partite nella posizione di left tackle. 

 

In questo video e' allineato a sinistra # 72

 

Questo vuole essere un prospetto di quello che e' lo stato attuale delle cose, lo stato attuale del roster dei giocatori disponibili, tanti ma per pochi posti. Si inizia da questi per arrivare poi prima dell'inizio del campionato ai 53 prescelti.

QUARTERBACK (4): Ryan Tannehill (prima scelta al draft da from Texas A&M), Matt Moore e David Garrard al momento si contendono il posto da titolare sulla carta e si dovra' aspettare per vedere chi sara' il titolare per la prima partita di regular season. Pat Devlin destinato alla practice squad.
Quindi non dovrebbero esserci copi di scena 3 a roster e 1 in practice squad.
Tannehill, Moore e Garrard se la giocano, i 2 veterani e il rookie che pero' conosce gia' circa il 70% del sistema di attacco, la west coast offense e i 2 veterani che si devono adeguare al cambiamento di mind set velocemente. Ce' fortunamente tempo necessario ai 3 per prendere confidenza, imparare e aggiustarsi.
RUNNING BACK (6): Starter – Reggie Bush. Backups – Daniel Thomas, Lamar Miller (quarta scelta al draft da University of Miami), Jerome Messam (fullback), Steve Slaton, Jonas Gray (URFA da Notre Dame).
Solitamente a roster 4 o 5 sul 53-man roster, e anche 2 nella practice squad.
Bush, con 1,086 yards la scorsa stagione e' al suo ultimo anno di contratto con i Dolphins e se vorra' confermarsi al sole della Florida dovra' dimostrare in campo se ci tiene a rimanere con la squadra. Con il nuovo sistema di gioco dovremmo riuscirlo a vedere ancora piu' impegnato in ricezioni nel flat, screen ecc. Buono l'arrivo di Miller, abbastanza simile al tipo di gioco e movenze alla Bush anche se ancora "rozzo" in fase di pass block e di certo almeno all'inizio stagione sara' dietro a Daniel Thomas.  Messam, arrivato con esperienza in Canada nella CFL grosso e potente probabile impiego nella posizione di fullback. Slaton, veterano affidabile ma in compagnia di gente piu' giovane e rischia il posto se non rimane al passo. Gray destinato alla practice squad.

TIGHT ENDS (6): Starter – Anthony Fasano. Backups – Michael Egnew (terza scelta al dfart da Missouri), Charles Clay (H-back), Will Yeatman, Jeron Mastrud, Les Brown (ufa da Westminster).
I Dolphins in precedenza ne tenevano 3 o 4 a sul 53-man roster, ma Philbin con i Packers ne aveva a dispozione ben 5, facile pensare che rimarranno 5/6.
Breakdown: Fasano e' il titolare 32 ricezioni x 451 yards e 5 touchdowns l'anno scorso. Ci sara' piu' rotazione ma sara' sempre il TE primario anche lui nell'ultimo anno di contratto con i Dolphins. Investimento subito pensando al futuro con l'arrivo al draft di Egnew, alto fisico e buonissime mani. La versatilita' di un giocatore come Clay, impiegato con successo come H-back, fara' si che sulla carta si liberera' un posto per un TE. Yeatman, Mastrud pronti all'occorenza con il poco esperto Brown gia' in practice squad.
WIDE RECEIVERS (13): Starter – Davone Bess e Brian Hartline. Backups: Clyde Gates, Legedu Naanee, Roberto Wallace, Julius Pruitt, Marlon Moore, Chris Hogan, Marcus Thigpen, B.J. Cunningham (sesta scelta al draft da Michigan State), Rishard Matthews (settima scelta al draft da Nevada), Jeff Fuller (URFA da Texas A&M), Derek Moye (URFA da Penn State).

 

Reparto extra large dove subira' una revisione drastica prima dell'inizio del cmapionato. A roster 6/7 con 1 se talentuoso in practice squad.
Reparto che con la partenza di Brandon Marshall ha solo in Bess e Hartline ricevitori bravi e con la minima esperienza. L'attacco west coast dovra' girare grazie alla produzione dei ricevitori, con buone mani, precisi, efficaci e quindi questo reparto sara' cruciale per sperare in un buon esito finale della stagione. Bess sicuro come slot receiver, e Hartline all'esterno. In migliore posizione per trovare spazio sul roster e in campo ci sono  Gates Wallace  con il nuovo arrivo Fuller che conosce parte dell'attacco in quato ex compagno di Tannehill a Texas A&M. Speranze anche ben riposte in Cunningham e Matthews.

OFFENSIVE LINE (14): Starters – LT Jake Long, LG Richie Incognito, C Mike Pouncey, RG John Jerry and RT Jonathan Martin. Backups – OT Lydon Murtha, OG/OT Nate Garner, OG/OT Artis Hicks, OT Will Barker, C/OG Ryan Cook, OG Ray Feinga, C Terence Brown (URFA da BYU), OG Josh Samuda (URFA da UMass), OT Dustin Waldron (URFA da Portland State).
9 sul 53-man roster, e 2 in practice squad.
Con la parte a destra in ricostruzione e con Martin dirottato sul quel lato, potrebbe creare degli scompensi. Da LT a RT/G non e' cosi' semplice come si pensa pero' possiamo stare tranquilli sapendo che e' stato confermato Murtha. I Dolphins cercano mobilita' e gente piu' atletica in linea, non piu' dei mammuth ma giocatori veloci potenti sia per vari giochi con il pulling guard e blocchi di secondo livello downfield che da riuscire a sopperire con velocita' potenza e tecnica il peso delle difese avversarie.

E ora uno sguardo alla difesa che l'anno scorso comunque non ha fatto malissimo (sesta difesa x punti subiti e terza difesa contro le corse) a parte qualche blackout nell'ultimo quarto tipo in casa contro i Broncos... o a New York contro i Giants, a Dallas contro i Cowboys e a Cleveland con i Browns come al Foxboro contro i Patriots, 6 partite che si poteva vincere in tranquillita', partite gia' vinte al terzo quarto perse nel finale. La conferma che Cameron Wake rimane con noi e' gia' un solido punto di partenza.


Questo potrebbe essere lo stato attuale della difesa, sulla carta :

DEFENSIVE LINEMEN (12): Titolari : DE Randy Starks, NT Paul Soliai, DE Jared Odrick. Riserve : DE Olivier Vernon (terza scelta al draft da University of Miami), DE/DT Tony McDaniel, DT Ryan Baker, NT Isaako Aaitui, DT Kheeston Randall (settima scelta al draft da Texas), DE Derrick Shelby (URFA da Utah), DE Jacquies Smith (URFA da Missouri), DT Chas Alecxih (URFA da Pittsburgh), DE Jarrell Root (URFA da Boise State).

Solitamente i Dolphins ne tengono 7, al massimo 8 sul 53-man roster con l'aggiunta forse di 1 nella practice squad.

 

Quest'anno che i Dolphins useranno una hybrid defense, con un fronte difensivo a volte a 3 e altre a 4 e usando la terza scelta del draft per prendere dagli Hurricanes un pass rusher come Olivier Vernon, probabilmente potra' giocare subito prendendo il posto lasciato libero da Jason Taylor che si e' ritirato a fine stagione scorsa. Vernon se la deve vedere pero' con il rientrante Odrick rimasto fuori per infortunio quasi tutta la stagione scorsa, e ricordiamoci che e' stato il primo giocatore scelto al draft del 2010. Quindi con un fronte a 4 dovremmo vedere schierati Starks, Soliai, Odrick, Vernon. In aggiunta a loro come titolarei e' giusto pensare a Tony McDaniel.  Per tutti gli altri sara' una vera battaglia per un posto o a roster o nella practice squad, e l'unico che sembra + favorito degli altri e' Ryan Barker.

INSIDE LINEBACKERS (5): ILB Kevin Burnett, ILB Karlos Dansby, ILB/OLB Koa Misi, ILB Austin Spitler, ILB Cameron Collins (URFA da Oregon State).I Miami Dolphins per questo ruolo preferiscono tenere 4 giocatori a roster + 1 in practice squad. L'anno scorso il duo Dansby e Burnett ha prodotto oltre 200 placcaggi, e hanno anche tenuto abbastanza bene coprendo i tight ends e tailbacks in campo aperto. Probabile vedersi Misi
nella posizione di inside linebacker.

OUTSIDE LINEBACKERS (7): OLB Cameron Wake, OLB Gary Guyton, OLB Jamaal Westerman, OLB Josh Kaddu (quinta scelta al draft da Oregon), OLB Jason Trusnik, OLB Jonathan Freeny, OLB Shelly Lyons (URFA da Arizona State).

Qui disolito altri 5 sul 53-man roster e 1 in practice squad.
Cameron Wake e' stato il migliore della pattuglia. Il giovane  Vernon sicuramente potra' dare il suo contributo immediatamente come gli esperti e nuovi arrivati Guyton e Westerman mersatili e all'occorrenza anche tappa buchi!  Gli occhi sono orap untati su  Kaddu per vedere cosa sara' in grado di dimostrare durante il training camp e nelle partite di pre season.

CORNERBACKS (10): Titolari LCB Vontae Davis, RCB Sean Smith. Backups: CB Richard Marshall (nickel), CB Nolan Carroll, CB Jonathan Wade, CB Vincent Agnew, CB Quinten Lawrence, CB Marcus Brown, CB Trenton Hughes (URFA da Maryland) e CB Kevyn Scott (URFA da Syracuse).

 

5 o 6 cornerbacks sul 53-man roster, e anche 2 in practice squad.
Dietro a Davis e Smith il nuovo arrivato Marshall per dare sostanza al reparto versatile anche nella nickel. Carroll,Wade nettemante davanti a  Agnew, Lawrence, Brown, Hughes e Scott che dovranno battersi per primeggiare.

SAFETIES (6): FS/SS Reshad Jones, SS Tyrell Johnson, FS Chris Clemons, FS Tyrone Culver, FS Jimmy Wilson, SS Anderson Russell
4 o 5 safeties sul 53-man roster. Facile pensare che i Dolphins cercheranno di avere dei giocatori che possano ricoprire i 2 ruoli di free e strong safety sperando di non sentire troppo la mancanza di Yeremiah Bell. A chiudere la nostra endzone agli avversari ci saranno Jones, Clemons e/o Culver. Johnson provienienza Vikings veterano esperto che serivra' anche come leadership.
Jimmy Wilson passera' dal ruolo di cornerback a safety, come fece in gioventu' a Montana.

SPECIAL TEAMS (3): K Dan Carpenter, P Brandon Fields, KOR Clyde Gates, PR Davone Bess, LS John Denney.
Qui ce' qualita', 2 tra i migliori punter e kicker delle lega.  Carpenter 29 su 34 field goals. Bene ai ritorni di punt con Bess con 11.9 yards di media, quinto in classifica. Con le recente aggiunte al draft di Rashard Matthews e Lamar Miller facile pensare che non si vedra' piu' il buon Reggie Bush a ritornare i kickoff dato anche il fatto che lo scorso anno Gates quando e' stato chiamato in causa ha avuto una buona media con 24.8 yards, 13esimo nella classifica NFL.

 

[foto MiamiDolphins.com]

Finalmente e' arrivata l'estensione di contratto per Cameron Wake, rimarra' con i Dolphins per altri 4 anni.

[foto Sunsentinel]

L'unico giocatore che non si era presentato al mini camp volontario del mese scorso ha raggiunto un accordo con la societa' per prolungare la sua carriera al sole della Florida; contratto per lui di 4 anni per 49 milioni di dollari di cui ben 20 garantiti e questo vuol dire che vestira' i nostri colori fino alla stagione 2016.

Il giocatore prodotto da Penn State University era stato scelto dai Giants, poi tagliato e costretto ad emigrare in Canada dove poco dopo i Dolphins l'hanno visto e messo sotto contratto. Dopo un anno in sordina Cameron con noi ha fatto splendide cose guadagnandosi un posto da titoloare al recente ProBowl.

Era in scadenza di contratto e prendeva davvero poco in rpaporto al suo contributo che aveva dato alla squadra. Ora questo contratto sembra forse anche tanto tenendo conto che quest'anno l'assetto difensivo in linea cambiera' sotto la competenza del nuovo Def Coord. Kevin Coyle.

Con noi da 3 stagioni, solo le ultime 2 da titolare Wake ha collezionato 122 tackles e 28 sacks, e l'anno scorso e' stato selezionato al 2010 Pro Bowl dopo aver messo a segno 14 sacks. Gia' ai suoi esordi nella Canadian Football League si guadagno' per ben 2 volte il titolo di defensive player of the year.

[foto sunsentinel]

E' iniziato il rookie mini camp, 3 giorni dove tutte le scelte del draft piu' molti altri giocatori non scelti, undrafted free agents, verranno scrutati dal coaching staff dei Miami Dolphins per vedere se si nascondono gemme e valido modo anche per mettere sotto contratto qualche giocatore pur meritevole con "pochi" dollari. In passato il WR Devone Bess e' stato preso dai Miami Dolphins come undrafted free agant ed e' diventato titolare; e prima di lui ancora sempre con noi ha esordito allo stesso modo un certo Wes Welker ma ora e' il momento di concentrarci su quello che sta avvenendo al nostro campo di allenamento.
 
Nella prima conferenza stampa all'avvio del mini camp Ryan Tannehill  nuovo Qb rookie dei Miami Dolphins si' e' mostrato a suo agio nelle vesti del nuovo leader. Il nuovo offensive coordinator Mike Sherman ha fatto sapere che 80/85 percento del sistema di gioco che i Dolphins adotteranno in attacco il suo ex ragazzo di Texas A&M lo conosce gia', cambia la terminologia ma gli schemi a grandi linee sono gli stessi, e quindi il processo di studio  e di evoluzione, dal practice field al campo di gioco per partite da giocare e vincere potrebbe non essere cosi' lungo come tutti si aspettano.

Coach Philbin ha espresso senza giri di parole che Ryan parte si avvantaggiato per la famigliarita' del sistema nei confronti di Matt Moore e David Garrard ma in svantaggio per quanto riguarda l'esperienza sul campo, e che comunque il posto da titolare se lo aggiudichera' chi nel train camp risultera' il migliore. Da segnalare che il primo passaggio di  Tannehill durante i drills e' stato per B.J. Cunningham, una slant tra i numeri tra le 10 e le 15 yards ma la palla alla fine e' andata tra le mani del CB Vincent Agnew, undrafted free agent.

Tannehill ha comunque lanciato delle altre belle palle ricevute sia da A.J. Guyton, altro u.f.a e dalla settima scelta al draft Risard Matthews. A far compagnia Tannehill durante questo mini camp ci sono Pat Devlin, che era gia' con i Dolphins nella practice squad lo scorso anno e il QB di University of Miami Jacory Harris che e' stato invitato insieme a molti alti giocatori per essere visionati dai Miami Dolphins.

Come si e' visto dalla foto Tannehill nel suo primo mini camp ha indossato il casco dei Dolphins, pantaloncini arancioni e maglia rossa # 17 stesso numero che portava al college. Per quello che si e' visto in sostanza la sua prima esibizione e' stata definita dai giornalisti presenti una solida partenza, sia x quello mostrato nei drills individuali che per quelli 11 vs 11. Buone impressioni hanno destato anche i 2 WRs Rishard Matthews (Nevada) e A.J. Guyton (UCF). 

Per quel che riguarda la nostra seconda scelta al draft, OT Jonathan Martin molte le probabilita' del suo spostamento a destra, Right Tackle, in linea e lui dice che giochera' dove gli allenatori lo metteranno. Si dovra' adattare dovra' cambiare assetto, cosa che sulla carta sembra facile ma tradotto in movimenti in campo implica una diversa tecnica e un movimenti di muscoli anche differente. Lui rimane fiducioso e pieno di entusiasmo e ha gia' detto che non e' ancora in splendida forma e che entro poco tempo riuscira' a essere il guerriero che e' stato nel recente campionato con Stanford.

Tra gli altri al mini camp ci sono da Texas A&M il wide receiver Jeff Fuller ex compagno di Tannehill, 63 ric x 709 yards e 5 touchdowns nel 2011;
il wide receiver da Penn State Derek Moye, che si era infortunato ad un piede e sembra essere tornato alla forma pre infortunio dove al Pro Day ha corse in 4.41 le 40ys, un secondo in meno che alla NFL Scouting Combine.

Da segnalare la presenza di 2  safety da Purdue Albert Evans e da Arkansas State Kelcie Gray.
Altri giocatori rookie u.f.a. attesi al mini camp dei Miami Dolphins sono :
Hampton cornerback Micah Pellerin;
Washington inside linebacker Cort Dennison; 
Rhode Island guard Kyle Bogomil.

Questo invece dovrebbe essere l'elenco di tutti i giocatori che hanno firmato un contratto con i Miami Dolphins come U.F.A :

Chas Alecxih, DT, 6-3, 296, 2/10/89, Pittsburgh, Lancaster, PA

Terence Brown, C, 6-3, 303, 2/19/86, Brigham Young, Summerville, SC

Cameron Collins, LB, 6-2, 241, 9/29/89, Oregon State, Santa Monica, CA

Derek Dennis, G, 6-3, 315, 7/16/88, Temple Peekskill, NY

Jeff Fuller, WR, 6-4, 223, 4/20/90, Texas A&M, McKinney, TX

Jonas Gray, RB, 5-9, 223, 6/27/90, Notre Dame, Pontiac, MI

Trenton Hughes, DB, 5-10, 195, 3/5/89, Maryland, Virginia Beach, VA

Shelly Lyons, LB, 6-1, 238, 1/19/90, Arizona State, Corona, CA

Kelcie McCray, S, 6-1, 202, 9/21/88, Arkansas State, Columbus, GA

Derek Moye, WR, 6-4, 209, 8/12/88, Penn State, Rochester, PA

Jarrell Root, DE, 6-3, 270, 5/14/88, Boise State, Boise, ID

Josh Samuda, G, 6-3, 310, 12/23/88, Massachusetts, Hollywood, FL

Kevyn Scott, DB, 5-10, 204, 11/10/88, Syracuse, Tamarac, FL

Derrick Shelby, DE, 6-2, 266, 3/4/89, Utah, Houston, TX

Jacquies Smith, DE, 6-2, 253, 3/18/90, Missouri, Dallas, TX

Dustin Waldron, T, 6-5, 305, 5/24/90, Portland State, Pleasant Hill, OR.

Ultima segnalazione

Dopo 42 anni ce' un Mandich TE che indossa la malgia # 88. E' suo figlio Nick che e' stato invitato come undrafted free agent dai Miami Dolphins non soltanto per essere il figlio del grande Jim Mandich scoparso lo scorso anno per un tumore, ma per le sue buone mani e la sua stazza. Nick arriva da un college di seconda divisione Div. II Southern Connecticut, e ovviamente non sara' facile per lui guadagnarsi un posto in squadra ma si ritiene fortunato di avere l'opportunita' di provare per i Miami Dolphins, la squadra in cui gioco' a grandi livelli e vincendo 2 Superbowl suo padra Jim!  Nick Mandich e' alto 6-foot-4 x247 libs.

Spero di poter almeno riuscire a trovare spazio negli special team per la preseason. Coach Philbin ha detto che nel ruolo di TE lui cerca flessibilita' e versatilita' oltre ad una certa intelligenza in campo e ha lasciato le porte aperte al giovane Nick per poter dimostrare se ha delle doti tramandate dal padre.

 

Eccoci qui con una piccola panoramica sui giocatori che sono stati scelti dai Miami Dolphins al recente Draft di settimana scorsa. Purtroppo per vari problemi riesco solo ora a mettere giu' 4 righe. Spero in futuro di riuscire a essere piu' tempestivo.

Nel secondo giro del draft la seconda scelta dei Miami Dolphins come 42esimo giocatore scelto annunciato tra l'altro dall'ex center Dwight Stephenson Hall of Famer : Jonathan Martin da Stanfor colui che proteggeva in lindea d'attacco un certo QB Andrew Luck!

Il giocatore e' davvero ottimo e concreto e il suo ex compagno di squadra diventato gia' una stella e una promessa come QB del nuovo millennio gli deve molto. Vista la il ritiro di Marc Colombo e i continui problemi in linea si doveva trovare un giocatore che potesse dare subito un contributo da starter gia' alla prima partita di campionato.
Diciamo che abbiamo una polizza assicurativa per la nostra prima scelta, il QB Ryan Tannehill. Martin arriva da Stanfor dove ha gia' giocato in un sistema di gioco abbastanza evoluto in stile NFL e questo non potra' che giovare. Ottima la stazza e la forza fisica(6-foot-5, 312 pounds) .


Al terzo giro del draft avevamo 2 scelte (73 e 74, ma la 74 l'abbiamo scambiata con i Chargers e siamo scesi alla 78) e abbiamo scelto un DE Oliver  Vernon proveniente dai Miami Hurricanes quindi un giocatore che la dirigenza per forza di cose ha avuto sotto il naso tutto l'anno, in quanto gli Hurricanes giocano nella stessa citta' e nello stesso stadio; e oltre a lui il TE da Missuri Michael Egnew. Vernon e' un buon atleta ma ha avuto in passato dei problemi comportamentali, venendo anche sospeso per 6 partite la scorsa stagione. 6".2 252 lbs ha messo a segnao 81 placcaggi(51 solo) e 9 sack 1 fumble forzato e 1 recuperato. Potrebbe giocare anche LB.
Egnew e' alto buone mani veloce ed e' anche un buon bloccatore. Potrebbe essere la mossa giusta per competere contro i Patriots. 6".5 x 251lbs. Potrebbe giocare anche come WR come slot reciver in quanto ha gia' fatto qualcosa del genere al college. Sicuramente uno che si fara' notare anche profondo!


Al quarto giro del draft altro giocatore in arrivao da The U University of Miami Hurricanes, il RB Lamar Miller. Per me non e' male, forse pero' lo vedo un po' troppo piccolo. Se pero' abbiamo scambiato con i 49'ers 6 posizioni avanti per prenderlo anche qui vale lo stesso discorso fatto per Vernon. Di certo Ireland su tutti ha ben presente le potenzialita' del giocatore e speriamo non si sbagli. I maligni hanno mugugnato che il general manager Irelande il proprietario Ross con questo draft abbiamo messo in atto un piano strategico per poter far riempire lo stadio con le famiglie degli atleti provenienti proprio da University of Miami, gli Hurricanes appunto ;)
Lamar Miller e' comunque un giocatore molto veloce e gli analisti prevedevano che fosse scelto anche prima del quarto giro del draft, indice che in molti hanno una buona opinione su le sue prestazioni al college.


Al quinto giro del draft  un buon LB da Oregon, Josh Kaddu, ex Ducks con i quali ha collezionato 108 placcaggi in carriera (68 solo) e 10 sacks, giocatore completo che puo' essere molto duttile in differenti situazioni.


Un buon WR al sesto giro era quello che in molti si aspettavano e cosi' e stato. B.J. Cunningham da Michigan State, alto veloce e buoni mani 6-foot-2, x 215 lbs, con delle belle statistiche 218 ricezioni per 3,086 yards e 25 touchdowns in carriera, (solo l'anno scorso 79 ricezioni x 1,306 yards e 12 tds).


In conclusione al sesto e ultimo giro del draft  avevamo 2 scelte e le abbiamo investite per prendere un DT Kheeston Randall da Texas grosso e potente 6-foot-5 x 307lbs bene nella 4-3 o nose tackle nella 3-4. Dopo in chiusura il WR e ritornatore Rishard Matthews da Nevada che l'anno scorso ha preso 91 palloni x 1,364 yards e 8 Tds, belle mani, veloce e abile nei ritorni di calcio e con un trascorso nelle high school come free safety lo fanno gia' diventare un titolare per gli special teams.

Come e' andata? Sinceramente pensavo peggio. Ho sempre delle riserve sulla prima scelta ma non ci posso fare niente. Go Dolphins!

 

La prima scelta del 2012 NFL Draft dei Miami Dolphins

... with the 8th pick of the 2012 Nfl Draft the Miami Dolphins select...

I Miami Dolphins al 2012 NFL Draft hanno scelto al primo giro con l'ottava scelta in assoluto il QB Ryan Tannehill
prodotto di Texas A&M. Pe ri Dolphins e' il primo QB che viene selezionato al primo giro dopo Dan Marino nel 1983. Per molti era ora andare a scegliere un QB che possa garantire continuita' stabilita' in quel ruolo. Se in precedenza la dirigenza era stata fischiata quando aveva scelto un WR al posto di un QB qualche anno fa quest'anno la reazione generale e' stata abbastanza festante. Ma siamo sicuri che e' stata una bella mossa? Speriamo di si anche se a dire il vero sembra un bel rischio. La cosa positiva e' che il QB e' stato allenato in precedenza da Mike Sherman e quindi i due si conoscono e sicuramente in proiezione futura il connubbio potrebbe anche migliorare. La cosa negativa e' che Ryan nasce come ricevitore, wide receiver come giocatore di football e non come quarteback. In cabina di regia all'universita' ha avuto poca esperienza dietro il centro e ha bisogno ancora di affinarsi, di crescere, di imparare. La NFL solitamente non lascia molto spazio e tempo ai giovani per migliorarsi, tanti sono stati mangiati dal tritacarne che e' il sistema proffesionistico. Per come vedo le cose il giovane entrera' in campo in campionato non prima del 2013. Scegliere come prima scelta un giocatore non di impatto, che non puo' contribuire subito potrebbe essere un errore fatale, l'ennesimo di una lunghissima serie. Per ora e' presto e non dobbiamo pensare gia' ad un draft negativo. La cosa che ha caretterizzato il primo giro e' stato l'alto numero di scambi, ben 8, tra le varie squadre, indice ch emolti avevano bene in mente quali giocatori prendere, volere ad ogni costo. Adesso non ci rimane che aspettare fiduciosi il proseguo di questo draft che puo' ancora regalarci dei buoni giocatori al secondo giro con ben 2 scelte!

Tannehill ha un buon fisico, un buon braccio anche e si muove bene, e' alto ben movimento di piedi ma ha poca esperienza, le potenzialita' per crescere ci sono tutte e sara' gia' dal primo giorno a suo agio con il suo ex head coach Sherman.

Curiosita' : potrebe giocare con la maglia # 17!

Chi e' Ryan Tannehill?  alla fine e' arrivato lui!



Ha 23 anni ed e' nato il Luglio 1988, a Big Spring, Texas

Size: 6-feet-4, 222 lbs.

Segni caratteristici nel suo modo di giocare mobilita' e accuratezza, preciso e quindi probabilmente adatto per essere inserito in un sitema di gioco offensivo come il west coast offense, stesso sistema gia' giocato con Mike Sherman offense a Texas A&M;  327-su-531 passaggi, per 3,744 yards e 29 touchdowns in soloe 13 partite; 6 partite con + di 300-yard lanciate, inclusa la seconda partita in carriera con + di 400-yard; su corsa ha collezionato ben 306 yards e 4 rushing touchdowns in 58 portate; purtroppo ha lanciato ben 15 intercetti nell'ultima stagione e per un totale di 21 nelle sue 19 partite come titolare all'universita'(davvero molto poche in quanto come gia' detto nelle sue 2 prime stagioni a Texas A&M giocava come ricevitore, con 112 prese per 1,595 yards e 10 touchdowns; e la cosa particolare e' che all'inizio all'universita' l'avevano preso come QB ma poi lo convertirono in receiver dopo aver perso la competizione al camp con Jerrod Johnson; che pero' poi sostitui' quando Johnson si infortuno' a meta' stagione della sua stagione da junior mantenendo sempre il posto da titolare. E' stato segnalato nei migliori  per la first-team Academic All Big 12. Laureato in Biologia e' sposato da Gennaio 2012 con Lauren Ufer. Quest' e' il nostro Ryan Tannehill