logotype
02 -October -2022 - 07:56

Buone notizie per la nostra difesa  perchè Emanuel Ogbah ha firmato un prolungamento di contratto per altri 4 anni con noi, per 65 milioni di dollari di cui 32 garantiti. Per l'attacco invece un volto nuovo : è arrivato il RB Chase Edmonds ex Arizona Cardinals, per lui firma per 2 anni per 12,6 milioni di dollari 6 garantiti.  Sempre in attacco la conferma con la firma per la franchise tag delTE Mike Gesicki, piu' di 10 milioni di dollari. Arrivati anche il QB Teddy Bridgewater, ex Denver Broncos, un anno con noi, il ricevitore dai Dallas Cowboys Cedric Wilson, un contratto per lui di 3 anni per $22.8 million, con $12.75 million guarantiti, Offensive Lineman Connor Williams, anche lui dai Cowboys, per lui 2 anni di contratto per 14 milioni di dollari di cui 7,5 garantiti e il DB Keion Crossen, dai New York Giants, contratto per lui di 3 anni per $10.5 milioni di dollari. Rinnovo per un anno anche per il WR Preston Williams e per il LB Duke Riley. Tra poco ahimè arriveranno anche i primi tagli...

I Miami Dolphins dopo il cambio del capo allenatore, da Brian Flores a Mike McDaniel, hanno annunciato il completo coaching staff per la stagione NFL 2022 che sarà il seguente : Frank Smith (offensive coordinator), Matt Applebaum (offensive line), Darrell Bevell (quarterbacks/passing game coordinator), Jon Embree (assistant head coach/tight ends), Josh Grizzard (quality control), Chandler Henley (assistant quarterbacks), Lemuel Jeanpierre (assistant offensive line), Mike Person (offensive assistant), Aldrick Robinson (offensive assistant), Kolby Smith (offensive assistant), Eric Studesville (associate head coach/running backs), Wes Welker (wide receivers), Josh Boyer (defensive coordinator), Mathieu Araujo (assistant defensive backs), Anthony Campanile (linebackers), Austin Clark (defensive line), Steve Ferentz (assistant linebackers), Steve Gregory (safeties), Derrick LeBlanc (assistant defensive line), Sam Madison (cornerbacks/pass game specialist), Ty McKenzie (outside linebackers), Ryan Slowik (senior defensive assistant), Patrick Surtain (defensive assistant), Danny Crossman (special teams coordinator), Brendan Farrell (assistant special teams),  Dave Puloka (head strength and conditioning). Tre di questo nutrito numero di allenatori sono stati giocatori dei Miami Dolphins, due leggende e uno molto bravo : nella foto Patrick Surtain e Sam Madison, l'altro è Wes Welker.

 

Offense:

 

Frank Smith con 18 anni di esperienza come allenatore a vari livelli, 12 in NFL e 6 al college. Smith è stato run game coordinator/offensive line coach per i Los Angeles Chargers l'anno scorso. In precedenza tight ends coach con Oakland/Las Vegas Raiders 2018-20, e prima come offensive assistant coach con New Orleans Saints (2010-14) e Chicago Bears (2015-17).

 

Applebaum offensive line coach con 10 anni di esperienza. Nel 2020-21 a Boston College offensive line coach, e prima in NFL con Jacksonville (2014) e Washington (2008-10).

 

Bevell quarterbacks/passing game coordinator.  21 stagioni all'attivo di cui 15 in NFL come offensive coordinator con – Minnesota (2006-10), Seattle (2011-17), Detroit (2019-20) e Jacksonville (2021).

 

Embree assistant head coach/tight ends. 29 anni di esperienza, gli ultimi 5 (2017-21) con i San Francisco 49ers. Embree ha un passato da giocatore con i Los Angeles Rams (1987-88) e i Seattle Seahawks (1989).

 

Grizzard quality control coach on offense. Già con noi dal 2017 e in precedenza (2013-16) era stato a Duke.

 

Henley assistant quarterbacks coach, lo scorso anno ad  Atlanta come assistant offensive line coach. 3 stagioni (2018-20) come quality control coach on i Tennessee Titans, e prima al college era stato a Vanderbilt (2012-14) e a Yale (2015-17).

 

Jeanpierre già con noi da 3 stagioni ma prima era offensive assistant a Seattle (2017) poi 2 stagioni (2018-19) come assistant offensive line coach per Oakland. Jeanpierre ha giocato 7 setagioni nella NFL con Seattle (2010-15) e Detroit (2016), giocando il Super Bowl XLVIII contro Denver.

 

Person offensive assistant. Dopo 9 anni da giocatore in NFL giocando guard e center con San Francisco (2011; 2018-19), Indianapolis (2012; 2017), Seattle (2012-13), St. Louis (2013-14), Atlanta (2015-16) e Kansas City (2016).

 

Robinson offensive assistant. Anche lui 9 anni da giocatore come wide receiver in NFL con Washington (2011-14), Baltimore (2014-15), Atlanta (2016), San Francisco (2017), Minnesota (2018) e Carolina (2019).

 

Kolby Smith già 2 anni con noi ora in veste di offensive assistant. (2020-21) era stato quality control coach. Smith prima è stato running backs coach al college con Rutgers (2019), Louisville (2014-18) e Western Kentucky (2013). Ha anche esperienza come strength and conditioning assistant con Arkansas nel 2012. Per 4 stagioni ha giocato  in NFL (2007-10) con Kansas City.

 

Studesville è stato promosso a associate head coach/running backs. La scorsa stagione era co-offensive coordinator/running backs, e prima ancora running backs coach 2 anni 2019-20, e in precedenza run game coordinator/running backs nel 2018. Studesville ha ben 25 anni di esperienza come allenatore nella NFL con 8 stagioni (2010-17) con i Denver Broncos,  two conference championships (2013 e 2015) e Super Bowl 50.

 

Welker wide receivers coach. Nostra vecchia conoscenza. Le ultime 3 stagioni (2019-21) a San Francisco come wide receivers coach. Welker ha giocato nella NFL per 12 stagioni (2004-15) 4 volte All-Pro (2007-09, 2011) e 5 volte al Pro Bowl (2008-12). Welker con noi 3 anni (2004-06) e al momento è ancora il numero uno nella Miami Dolphins all-time leader in kickoff return yards (3,756).

 

 

Defense:

 

Boyer alla terza stagione confermato come defensive coordinator. Defensive pass game coordinator/cornerbacks coach nel 2019. 13 sstagioni (2006-18) nella posizione di defensive coach con i New England Patriots.

 

Araujo arriva da Maine dove ricopriva il ruolo di assistant head coach/defensive coordinator. 3 stagioni (2019-21) a Yale come defensive backs coach e poi co-defensive coordinator nel 2021. In precedenza a Boston College  2017-18 come intern and graduate assistant per i defensive backs.

 

Campanile riconfermato anche lui dopo 2 anni come linebackers coach, ha un passato per 8 anni al college con Rutgers (2012-15), Boston College (2016-18) e Michigan (2019).

 

Clark defensive line coach. Lo scorso anno era impiegato come outside linebackers coach dopo che era stato al college 4 anni a Southern California (2016-17) e Illinois (2018-19).

 

Ferentz assistant linebackers coach.

 

Gregory safeties coach. 3 stagioni (2018-20) come defensive assistant e defensive backs coach a Detroit. Gregory ex giocatore in NFL per 8 stagioni come defensive back a San Diego (2006-11) e New England (2012-13).

 

LeBlanc assistant defensive line coach. 21 anni di esperienza al college come defensive line position coach : con Arkansas (2020), Kentucky (2017-19), North Texas (2016), Southern Mississippi (2013-14), Wyoming (2012) e LSU (2000; 2008-11) ecc

 

Madison cornerbacks/pass game specialist. Ha passato le ultime 3 stagioni come defensive backs/cornerbacks coach con Kansas City Chiefs. Da giocatore Madison ha giocato con noi per ben 9 stagioni (1997-2005), 2 volte first-team All-Pro  (1999-2000) e 4 volte al Pro Bowl (1999-2002). Con 31 intercetti è terzo nella storia dei Dolphins. Madison quando andò via dai Dolphins finì la carriera con i Giants dove giocò 3 stagioni (2006-08) vincendo pure il Super Bowl XLII.

 

McKenzie outside linebackers coach. 5 anni di esperienza in NFL come linebacker position coach. Nel 2021 era con Indianapolis, e prima acnora con Detroit nel 2020. Ha trascorso anche 2 anni (2018-19) come inside linebackers coach con Tennessee. Ha iniziato ad allenare con i Los Angeles Rams nel 2017 in veste di assistant special teams/defensive consultant. 5 anni da giocatore in NFL con Patriots 2009-10, Buccaneers 2010-11 e Vikings 2011-13.

 

Slowik senior defensive assistant. In passato ha avuto esperienze come outside linebackers coach con Cleveland (2016), assistant defensive line coach con i New York Jets (2015) e defensive assistant coach con Arizona (2009-14) e Denver (2005-08).

 

Surtain defensive assistant. Torna ai Dolphins dopo che ha giocato con noi 7 stagioni (1998-2004). Nel periodo (2016-21) è stato head coach a American Heritage High School, Plantation, Florida. Surtain first-team All-Pro nel 2002 3 volte al Pro Bowl (2002-04) giocando gomito a gomito con Madison. Al momento è quarto nella classifica per gli intercetti nella staoria dei Dolphins con 29 palle rubate.

 

Special Teams:

 

Crossman per lui sarà la 20esima stagione in NFL come coach e la quarta come special teams coordinator per i Miami Dolphins. In passato è stato special teams coordinator con Carolina (2005-09), Detroit (2010-12) e Buffalo (2013-18). Crossman ha lavorato anche per 10 stagioni al college. Singolare il fatto che giocò in Europa con i London Monarchs nella defunta World League of American Football nel biennio 1991-92.

 

Farrell assistant special teams coach con 17 di esperienza al college.

 

Strength and Conditioning:

 

Puloka per lui sarà la 15esima annata con i Miami Dolphins ed è il coach più longevo, il nonno per quel che riguarda questo staff.  Arrivò da Atlanta come assistant strength and conditioning coach nel 2007.

I Miami Dolphins, dopo aver licenziato Brian Flores, alla fine "hanno scelto" il loro prossimo Head Coach che sarà Mike McDaniel (ex offensive coordinator coni San Francisco 49ers) e sarà lui il tredicesimo Head Coach nella storia della squadra. McDaniel, 38 anni sarà per la prima volta in carriera capo allenatore, Head Coach. Le ultime cinque stagioni le ha passate con i San Francisco 49ers come Off Coord (2021) e gli altri quattro anni come run game coordinator (2017-2020). Forse la priorità più urgente per McDaniel sarà quella di costruire un attacco dei Dolphins che è arrivato 25esimo in yard totali nel 2021. McDaniel si porterà a Miami il QB Jimmy Garoppolo scaricato dai 49ers a fine stagione? O proverà a lavorare con Tua Tagovailoa?

Con l'arrivo di McDaniel tutti si aspettano un notevole miglioramento per l'attacco sulle corse di Miami, che è arrivato 30° nel 2021.

McDaniel in passato faceva parte dello staff tecnico dei Washington Redskins del 2012 in compagnia di Kyle Shanahan (OC), Matt LaFleur (QBs) e Sean McVay (TEs) mentre McDaniel era un assistente offensivo. Washington fu prima nella NFL nelle corse in quella stagione e ha raggiunto i playoff.

Il primo arduo compito di McDaniel sarà quello di ricostruire il proprio staff, anche se sembra intenzionato a mantenere sotto contratto molti degli assistenti difensivi di Miami, in particolare il coordinatore difensivo Josh Boyer. Anche se dei rumors danno in arrivo da noi come Defense Coordinator Vic Fangio ex Denver Broncos

Per quel che riguarda il divorzio tra Flores e Ross settimana scorsa Flores ha intentato una causa presso il tribunale federale di Manhattan contro la NFL e tre delle sue squadre - Broncos, Dolphins e Giants - sostenendo un modello di pratiche di assunzione razziste da parte della lega e la discriminazione razziale. La causa affermava anche che il proprietario dei Dolphins Stephen Ross aveva detto a Flores che gli avrebbe pagato $ 100.000 per ogni sconfitta durante la stagione 2019, la prima di Flores con il club, in modo che Miami sarebbe finita ultima nella classifica generale, con il peggior record tra vinte e perse e avrebbe ricevuto la prima scelta nel Draft NFL 2020, che invece poi lo presero i Cincinnati Bengals per selezionare il quarterback Joe Burrow.

I Dolphins hanno negato le accuse di Flores, con Ross che ha rilasciato una dichiarazione in cui ha definito le affermazioni di Flores "false, dannose e diffamatorie". C'e una indagine in corso per accertare le accuse di Flores secondo cui Ross gli ha offerto soldi per le perdite. Flores ha portato i Dolphins a un record di 24-25 in tre stagioni a Miami.

Ultima partita di stagione, la week 18, per la prima volta nella storia della NFL che fino all’anno scorso il campionato finiva alla week 17. Per noi i giochi erano fatti, fuori dai playoff con la sconfitta della scorsa settimana in trasferta contro i Titans. I nostri ospiti questa volta sono i New England Patriots, già sistemati bene come secondi nella division, sicuri ai playoff. Vinciamo la partita, e sono due in stagione contro di loro, sia la prima in trasferta che questa volta in casa. Battere i Patriots due volte in stagione non è male. Però loro con una vinta in piu’ in stagione 10-7 continuano a giocare, noi a 9-8 no.

Purtroppo per noi anche quest'anno niente post season, mentre loro pur avendo cambiato molto, mandando via un qb esperto come Cam Newton, e lasciando la squadra in mano al rookie Mac Jones, sono riusciti a rimanere ancora in corsa per il gran ballo, il Super Bowl LVI.

I Miami Dolphins per questo congedo con i tifosi all'Hard Rock Stadium hanno indossato la divisa storica della stagione 1972, onorando nuovamente la Perfect Season, e sono anni ormai che festeggiamo sempre e solo quello, che è certamente bello, ma sarebbe anche ora di trovare un modo per festeggiare anche per qualche nuovo traguardo, non so tipo la vincita della American Football Conference East Division no?

Questa partita ha segnato lo spartiacque per molti giocatori, sono moltissimi in scadenza di contratto.

I pronostici ci davano anche questa volta sconfitti ma alla fine siamo riusciti a vincere pure questa partita.

Punteggio 33 a 24. Si sono dei bei numeri ma in sostanza, primo quarto a parte, è stata comunque la solita sofferenza.

Partiamo forte e andiamo subito in vantaggio con il primo drive offensivo ed è il WR rookie Waddle a segnare e ad agguantare il record per il numero maggiore di ricezioni in una stagione per un rookie sorpassando Anquan Boldin. 7 a 0

Non c'è tempo di gioire per Waddle che il Xavien Howrd intercetta un lancio e riporta la palla in meta. 14 a 0

Poco piu' avanti mettiamo altri 3 punti sul tabellone con Sanders. 17 a 0

New England reagisce e trova un Td su corsa diminuendo lo svantaggio di 10

Dopo qualche "fuoco di artificio" da parte nostra fase di stanca, andiamo in stallo come è sempre successo per tutto il campionato. Piu' passa il tempo più le difese ci prendono le contromisure e per il nostro attacco diventa sempre dura riuscire a muovere la catena con continuità ed efficacia. In chiusura del primo tempo abbiamo l'occasione di incrementare il vantaggio ma per poca lucidità ed incomprensioni non riusciamo ad arrivare in raggio da field goal.

Nel secondo tempo i nostri ospiti entrano in campo più determinati e in apertura del secondo tempo tornano sul tabellone con 3 punti. La nostra difesa riesce a fronteggiare bene la loro offensiva chiudendo la porta con un bel sack di Wilkins che li costringe a fermarsi e calciare il Fg. 17 a 10

Rispondiamo subito con un attacco no huddle che li prende un pò in contrattempo e praticamente sempre correndo arriviamo in meta con Johnson. 24 a 10

Phillips poi recupera un fumble di Mac Jones e abbiamo poi l'opportunità di segnare ancora con Sanders 27 a 10 ad inizio ultimo quarto.

Patriots in meta via aerea con Jones che trova il RB Bolden e tornano a meno 10 sul 27 a 17

Nel possesso successivo noi non combiniamo nulla mentre loro tornano in meta e ci arrivano sul collo, 27 a 24 a m3no di 3 minuti al termine

Gestiamo la palla e controlliamo il cronometro e poi andiamo al punt lasciando solo 3 secondi da giocare.

A questo punto loro provano ad attuare una sorta di New England Miracle ma gli va molto male. Provano a passarsi la palla all'indietro ma sono nei pressi della loro endzone e in un battibaleno Eguavoen branca la palla vagante ed è già in touchdown! 33 a 24 per noi e buon proseguimento di stagione con i playoff a tutti.

Termina la stagione con un sorriso amaro, 9 vinte e 8 perse. Meglio non pensare alle 3 sconfitte di misura nel finale per calci piazzati perchè tanto con l'attacco che abbiamo non saremmo andati da nessuna parte anche se, visto la situazione covid-19 ecc...

Il consuntivo della stagione l'abbiamo fatto piu' volte. I punti deboli sono quasi tutti nell'attacco (coaching staff) e anche nella posizione del General Manager Chris Grirer. Primo obbiettivo migliorare il parco assistenti in attacco, anche tutti. Giocatori in scadenza molti e certamente sarà difficile tenerli tutti e non è detto che, come già successo in passato, faremo molti scambi per ottenere piu' scelte al draft per poi sprecare con scelte assurde, speriamo di no.

Ora mettiamoci sul divano e aspettiamo le Wild Card dal 15 al 17 Gennaio, poi i playoff dal 22 al 23 Gennaio, le finali di conference il 30 Gennaio, il Pro Bowl da Las Vegas il 6 febbraio e poi il Super Bowl LVI da Los Angeles il 13 Febbraio, poi Marzo per i free agents e Aprile per il Draft.

Sarà lunga ma ce la faremo

#FinsUpFromItaly

In sintesi la partita

Mia 7 NE 0 1qt Td Waddle ottimo primo drive subito in endzone. Bravi. Waddle con varie ricezione ha già superato il record di Boldin. Applausi per lui
Mia 14 NE 0 1qt Td Howard Intercetto per X Man Howard su un 3down dei Patriots. Non male
Ogbah giganteggia sulla linea e va allo stoppone. NE al punt
Titty quasi all'intervento. Pericolo scampato per ora. Fake punt Palardy corre ma non chiude ma viene colpito al casco, penalità, down chiuso
Mia 17 NE 0 2qt Buon drive, bene Johnson con le corse, poi Sanders Fg 30ys.
Wilkins defletta e Van Ginkel quasi intercetta peccato. Loro poi ampio guadagno via aerea
Mia 17 NE 7 2qt Ne Boldin su corsa accorcia, extra point buono
Van Ginkel al sack
Mia 17 NE 7 Fine primo tempo
Mia 17 NE 10 3qt. Ne avanzano con un bel drive con varie corse di Bolden ma poi Wilkins al sack e sono costretti ad andare al Fg.
Mia 24 NE 103 qt Td Johnson. Buon drive e finalmente capitalizziamo in pieno
Rowe fuori per un problema alla schiena
Snap sbagliato per i Patriots. Mc Cheese non tiene la palla, fumble, arriva Phillips e la fa sua. Palla ai Dolphins Wow
Bella corsa di Titty per circa 30ys in mezzo
Mia 27 NE 10 4qt Fg di Sanders da 49ys
Mia 27 NE 17 4qt Td Patriots su corsa con il RB Bolden, calcio buono. Poco più di 6 minuti al termine
Mia 27 NE 24 4qt Td Patriots su corsa dopo un drive fulmini dove Mc Cheese rookie QB ha giocato da veterano. Ancora 2:53 da giocare per regalare la partita agli ospiti
Mia 33 NE 24 Finale con i Patriots con un razzle dazzle ci provano ad avanzare ma Eguovan branca la palla mentre cercano di scambiare la tra di loro i Patriots ed è già in endzone. Finiamo la stagione sul 9-8

Con la conclusione della regular season sono definiti tutti i nostri prossimi avversari per la stagione NFL 2022 che saranno i seguenti:

in casa : Buffalo Bills, New England Patriots e New York Jets (AFC East division rivals), Cleveland Browns (AFC North), Pittsburgh Steelers (AFC North), Green Bay Packers (NFC North), Minnesota Vikings (NFC North), Houston Texans (AFC South 3rd place)

in trasferta : Buffalo Bills, New England Patriots e New York Jets (AFC East division rivals), Baltimore Ravens (AFC North), Cincinnati Bengals (AFC North), Chicago Bears (NFC North), Detroit Lions (NFC North), Los Angeles Chargers (AFC West 3rd place), San Francisco 49ers (NFC West 3rd place)

 

Clicca qui per vedere tutte le statistiche sulla partita raccolte nel Gamebook ufficiale della NFL

Dopo tre stagioni la proprietà dei Miami Dolphins ha pensato (male) di licenziare l'head coach in carica per le continue divergenze con il presidente e il general manager. I risultati dei 3 anni sono stati altalenanti e questa stagione è stata sicuramente la più tribolata. Un black out di 7 partite consecutive è stato sicuramente troppo e non sono bastate le altrettatnte partite vinte consecutivamente a far ripensare a chi gestisce il tutto che forse si poteva rischiare di tenerlo ancora per una stagione. Ovviamente il grandissimo problema dell'attacco, con il caos dei due coordinatori offensivi, i guadagni sterili dell'attacco in generale e la poca brillantezza in chiamate game plan ecc sono stati piu' che determinanti. Agli occhi della proprietà il coach non è riuscito ad attorniarsi di gente valida e anche se alcune colpe non sono sue al 100% è lui il capo espiatorio, via così e avanti un'altro. Noi non possiamo di augurare il meglio a lui e speriamo di non incontrarlo mai in partite decisive...

Il nocciolo delle divergenze tra head coach e dirigenza pare sia stata la situazione Quarterback. Flores poco convinto di Titty ma la dirigenza completamente. Per noi ovviamente i problemi sono nel manico. Ross ha indicato come problema cruciale il brutto rapporto tra Flores e Grier.  

Con questa mossa di Ross il G.M. Grier sembra al sicuro e pure Tagovailoa. Auguro a Tua di non dover incontrare nel breve periodo una squadra allenata dal suo ex head coach Brian Flores. E purtroppo sembra che non ci sia all'orizzonte neanche una possibile vendita da parti di Ross della squadra.

Grier è con i Dolphins dal 2000, Flores è riuscito ad rimanere con noi 3 stagioni. Ci lascia con un record modestissimo di 24W-25L, come Adam Gase 23W-25L o Joe Philbin 15W-17L, ma probabilmente ha dato molto di più di tutti i predecessori da un lustro a questa parte.

Per tutti gli esperti Brian Flores sarà tra i migliori head coach liberi sul mercato e potrebbe essere tra i primi a trovare una nuova collocazione.

Con la sua partenza è facile aspettarsi anche la dipartita di altri membri del coaching staff che probabilmente lo seguiranno, in difesa ovviamente. Per gli altri coordinatori dell'attacco la vedo male comunque perchè chi arriverà al posto di Flores cercherà di portare gente a lui congeniale.

L'immagine piu' bella per me rimarrà quella della partita della scorsa stagione in casa contro i Cincinnati Bengals quando attraversa minaccioso tutto il campo dopo che vari giocatori dei Dolphins erano stati colpiti di proposito e violentemente a ripetizione dagli avversari! 

I Miami Dolphins da questa situazione ne escono sconfitti tutti, giocatori e tifosi in primis. Tanti giocatori sono rimasti scioccati apprendendo da giornali, radio e tv del licenziamento di Brian Flores. Ma, come dicono in molti, la NFL è così : Not For Long !

Tante le voci sul possibile sostituto anche se ovviamente è presto. Le indiscrezioni sono parecchie e ci tocca aspettare per vedere chi poi' arriverà davvero.

Prima di assumere Flores il proprietario Stephen Ross aveva intervistato Dennis Allen (Las Vegas Raiders), Eric Bieniemy (Chiefs offensive coordinator) e Kris Richard (Saints defensive backs coach). Per il Miami Herald altri candidati potrebbero essere l'ex Eagles coach Doug Pederson, Nathaniel Hackett (Off Coord Green Bay Packers), Dan Quinn (Def Coord Dallas Cowboys), coach Jim Caldwell e l'offensive coordinator di Buffalo Bills Brian Daboll.

Tra tutti i nomi a me non dispiacerebbe il nostro ex qb Doug Pederson