logotype
20 -July -2018 - 00:53

Notizie

Cena di gala a Charlotte a base di Dolfini, 45-21 per i Panthers

Dolphins Raiders 21-45
Terza apparizione in prime time, dopo la rovinosa sconfitta subita nell'anticipo del TNF week 8 a Baltimore contro i Ravens per 40-0 e dopo la sconfitta al Sunday Night week 9  in casa contro gli Oakland Raiders per 27-24 e arriva un'altra batosta senza nessun alibi questa volta al MNF week 10 in trasferta a Charlotte contro i Carolina Panthers. Primo tempo quasi di studio, per loro ovviamente, lento, con il loro Offensive Coordinator Mike Shula nel boot a studiare il modo migliore per metterci in 
difficoltà, e non è così un grand lavorone in quanto tutti i nostri problemi difensivi sono ormai da tempo immemore un libro aperto. 
 
I padroni di casa sono i primi a segnare dei punti con un FG e successivamente con un TD su corsa grazie alla complicità del nostro LB Alonso che si beve una finta assurda e non ha nemmeno il tempo per reagire all'azione, trasformazione a buon fine e momentaneo 10 a zero per loro.
Noi sinceramente mettiamo a frutto un buon drive sullo scadere del primo tempo. Cutler sempre visibilmente spento, di giacchio senza emozioni lancia a medio raggio per Landry, poi cè una bella corsa di Williams a destra, e poi riusciamo a muovere la catena e ad arrivare in endzone grazie ad uno shovel pass di Cutler per il TE Thomas e cosa importantissima accorciamo a 10-7 poco prima degli ultimi 2 minuti. Beh dai non male no?... NO
 
Loro ripartono ma poi riusciamo a contenerli e noi torniamo in possesso della palla con ancora 47 secondi per la fine del primo tempo. Due perle, 2 errori, 2 scelte sciagurate in una da parte dell' head coach Adam Gase e dal QB jay Cutler ovvero chiamare un lancio dalle nostre 20 yards a Cutler lungo a sinistra per il TE Thomas coperto da due avversari = intercetto.
C'era il RB Williams nel flat libero senza nessuno e sarebbe stato un completo onesto.
C'è bisogno di dire che loro tornano sul tabellone prima della fine del secondo quarto? Panthers 17 Dolphins 7
 
Il secondo tempo poi diventa davvero imbarazzante, per tutta la squadra. Giocatori spesso spallati, senza mordente, sguardi apatici in sideline... L'atteggiamento, l'attitudine e comunque anche il valore, il peso ed esperienza dei coaching staff sulle rispettive sideline è enorme è inutile prendersi in giro.
Loro sono una buona squadra e tutti sono più che funzionali in attacco e difesa. Sono in casa affamati, con gli artigli lucidi pronti a sbararci fino alla lisca. Sushi sushini e tutto quello che volete.
 
I nostri problemi sono sempre quelli ed è sempre sinceramente imbarazzante continuare ad elencarli.
 
Più di una volta, se avete voglia di controllare ho tutte le partite in DVD, spesso sui 3&10 il nostro Matt Burke chiama un bel plotone si 8 uomini in linea con il blitz anche quando loro schierano 4 ricevitori, 2 per parte = per semplificare se 8 sono in linea a pressare e blitzare nei hai 3 dietro in copertura no? E se escono in 4 a ricevere un QB Cam Newton non ne trova 1 libero? SI!
Palla loro sulle nostre 28yards e zac lancio completo e TD in scioltezza per il 24-7
 
Non nascondo che Newton mi è troppo antipatico e qual suo modo di fare lo trovo davvero pesante da sopportare.
 
Purtroppo la tortura non finisce qui.
Alla ripresa del gioco noi con la palla arriviamo a giocarci un 4&1 a metà campo e lo chiamiamo sperando di prenderli alla sprovvista ma non è così.
Una corsa senza nessun varo in linea a sinistra, un muro, ci bloccano e si trovano a ripartire nella nostra metà campo. In vantaggio contro di noi controllano bene la palla e mettono a segno delle buone corse e noi riusciamo solo ad accompagnarli, senza trovare il modo di fermali. Oramai lo scoramento è ai massimi livelli.
I nostri LBs non rimangono mai al loro posto, fanno a gara chi arriva prima in linea e non fanno tempo ad arrivarci che un RB avversario è lì a passare dove era lui per entrare in endzone. 
31 a 7
 
A metà del terzo quarto l'unico lampo nostro arriva quando su un 3&1 dalle nostre 34 yards il nostro RB Kenyan Drake mette a segno un TD dopo una cavalcata di 66ys a sinistra. Ora bisogna dire che sul 31 a 7 anche loro potevano essere un pelino  rilassati ed è facile pensare che siamo stati un pò fortunati. Extra point buono e punteggio 31-14
 
I Carolina Panthers per "vendicarsi" decidono di fare correre con Newton attraverso la nostra difesa schierata come se fosse solo una barriera di nebbia. Alonso a farfalle, Timmons purtroppo non così veloce ma almeno ci prova e lo rincorre al suo massimo e via... Scandalosi. Lui che ci prende, giustamente, dalle loro 13ys fino alle nostre 17ys!!!
Drive che ovviamente finisce a punti, 7, con una ricezione nell'angolino basso della endzone, su un RB rookie coperto dal nostro gigante Timmons : 38-14
 
Nell'ultima frazione loro continuano a provare giochi nuovi del playbook e hanno sempre la meglio. Riusciamo a subire un'altra meta via aerea su un lancio a destra, sideline, dove il nostro CB #25 Xavien Howard si fa bere fin troppo facilmente, quasi stufo di essere lì alla berlina. Mammamia 45-14 per i Panthers
 
Per concludere questa ennesima pessima figura riusciamo a segnare un TD nel finale con il WR Jarvis Landry per il definitivo 45-21
 
C'è poco da dire. Ogni partita è un DolFan World Wide Suffering.
 
E domenica, che avremmo dovuto avere la Bye Week, il riposo, giocheremo in casa ospitando i Tampa Bay Buccaneers per recuperare la partita che avrebbe dovuto aprire la stagione ma che poi era stata rinviata per l'arrivo dell'uragano Irma.
#FinsUpFromItaly