logotype
16 -July -2019 - 18:26

Notizie

#MIAvsTB 19-22 Brutta sconfitta e fine della corsa... stagione finita

Ok perso il Monday Night contro i Buccaneers, 22 a 19, per loro la prima vittoria in stagione, per noi l'ennesima figura di legno. C'è davvero bisogno di parlare della partita? Dai... una partita che i Miami Dolphins dovevano rispondere alle critiche di quanto successo in seno alla squadra per la vicenda di bullismo tra Incognito e Martin, con una grande prestazione, una dimostrazione di forza, di compatezza... si è dimostrata invece la pietra tombale di questa stagione. Primo tempo squallido sempre senza efficacia, molli, disordinati e impauriti. Sotto di 15 a 0 fino a poci istanti della chiusura del primo tempo dove riusciamo ad andare in meta e metter ei primi punti sul tabellone. Sotto 15 a 7 al riposo e poi nel secondo tempo una timida reazione ci permette di andare in vantaggio sul 19 a 15, sembra che la partita puo' svoltare, il momentun sembra dalla nostra parte ma non riusciamo a fermare i loro RBs back up dei back up, la difesa è stanca, lenta e a volte mancano in campo sia Wake che Soliai...

Abbiamo più di una volta di scoccare il colpo finale ma nel finale loro ci infilano nuovamente la endzone, sorpasso e partita. Complimenti a loro, che forse sarà l'unica vittoria in stagione. Tampa giovani con molta voglia di riscatto, con una buona difesa e con un attacco onesto affidato ad un nuovo QB che pur non avendo un pedigree eccezionale si è sempre mosso con efficacia. Noi davvero poca cosa. Se poi torno a pensare che il loro Special Teams coach e' Dave Wannstedt... Mamma mia... e pensare che all'inizio di quest'anno i Miami Dolphins aveva iniziato una campagna pubblicitaria per gli abbonamenti allo stadio con uno slogan che ora non può che far sorridere, non può che essere una grandissima presa per il culo nei nostri confronti da parte di tutte le altre 31 squadre della NFL...

Cosa diceva lo slogan... Its Our Time! Ahahahahaha



Su tutte le testate sportive dopo le prime mosse sul mercato dei free agents eravano già pronosticati i nuovi campioni.
http://www.dolfanitalia.com/notizie/160-nfl-offseason-champs.html

Fallimento ad ogni livello ed è inutile nasconderci dietro il dito di chi accusa la male gestione dello spogliatoio da parte dell'head coach Joe Philbin. La natura, le radici di questo tracollo sono varie e diverse. Stagione finita per noi, ora quasi matematicamente, ma stagione, che anche se tutti noi tifosi dei Dolphins facevamo finta di non sapere, era già finita al draft prima che cominciasse... perchè?
E' presto detto.
Vabbeh senza avere la sfera di cristallo si poteva prevedere che sarebbe stata una stagione piena di insidie perchè :

-quando abbiamo lasciato andare via Reggie Bush non si è mai pensato di rimpiazzarlo con un altro giocatore almeno esperto in quella posizione e abbiamo sperato che Thomas e Miller potessero sostituirlo.

-quando abbiamo lasciato andare via Long in linea di attacco non abbiamo preso nessuno in quella delicata posizione  sperando che Martin o qualcuno preso poi sul mercato potesse sostituirlo, e sapendo bene anche anche Incognito per problemi di peso e forse anche di altra natura era a rischio taglio

http://www.dolfanitalia.com/notizie/158-chi-rischia-il-posto.html

-quando al draft abbiamo fatto trade up con gli Oakland Raiders dalla posizione #12 a quella #3 perdendo 2 scelte (la 12 e la 42) per prendere un giocatore non per la linea di attacco, dove avevamo più di un buco da riempire, ma un giocatore per la difesa, (dove a me sembrava che ci fosse una certa abbondanza), un giovane poco esperto (perchè anche al college il ragazzo aveva giocato poco) e che dopo 9 partite, contando gli snap in totale delle sue presenza sul campo, non ha ancora giocato una partita completa!

http://www.dolfanitalia.com/notizie/141-draft-2013.html

-quando non abbiamo tirato un pò le orecchie al nostro Offensive Coordinator Mike Sherman che già lo scorso anno non aveva poi brillato così con le sue chiamate nella seconda parte della stagione.

-quando dopo l'infortuni del TE Dustin Keller in preseason si è pensato che Clay fosse il suo adeguato sostituto e non è stato cercato nessun TE di esperienza anche con un minimo di preparazione in più come bloccatore in linea.

http://www.dolfanitalia.com/notizie/170-2013-ps02-dolphins-texans.html

-quando sul mercato non ci siamo preoccupati ne di prendere un RB, dopo aver visto nelle prime partite che il nostro gioco di corsa non è sembrato mai abbastanza concreto.

-quando non abbiamo pensato di prendere nessun uomo per la linea di attacco dopo che Clabo si è dimostrato un mezzo bust.

-quando abbiamo aspettato troppo per prendere qualcuno in linea di attacco e abbiamo preso McKinnie, scarto dei Ravens che prima di noi avevano pescato dai Jaguars uno molto meglio di lui, Eugene Monroe.

Tutti problemi conosciuti da noi tifosi dei Dolphins, dai giornalisti, da molti appassionati di football anche se non tifosi della squadra del sud della Florida, problemi alla luce del sole, che da quelle parti splende sempre e tanto... e figuriamoci da chi è in quella organizzazione. che lo fanno di lavoro, che lo fanno per competenza.

Ok a questo punto però bisogna dire che sul mercato di soli se ne erano spesi abbastanza, forse qualcuno speso male. Ok per i 2 LBs Wheeler e Ellerbe, Ok per Brandon Gibson e Dustin Keller, forse no per Mike Wallace(Mr 60 million dollars!)

Possiamo dire anche che siamo stati sfigati con gli infortuni di Keller, in preseason contro i Texans e di Gisbon poi in campionato contro i Bills però pensare che bastava mettere in aria la palla per i tanti e bravi ricevitori era la soluzione era da pazzi. E così è stato. Far finta che bastasse il braccio di Tannehill per "mascherare" i problemi della linea di attacco poco adatta al zone blocking o semplicemente a reggere delle banali protezione da tasca era da matti. E così è stato.

La scelta poi di dare fiducia alla linea verde dietro nelle secondarie la posso anche condividere perchè no, ok con i vari rookies che sembrano avere un minimo di carattere e ti mezzi atletici degni di nota.

Siamo primi nella NFL come sacks subiti per ora, e a fine dell'anno sicuramente fisseremo questo record nel record book storico della lega.

Ma chi volevano prendere in giro?
Dopo le 4 vittorie di fila in apertura di stagione festa grande, incredibile, tutti sul carozzone e in giro a festeggiare...
Vittoria sofferta all'esordio a Cleveland, ma ok prima partita, ancora in rodaggio.

Vittoria di carattere a Indianapolis di 4 punti con la difesa che chiude la partita nel finale. Poi in casa con i Falcons in rimonta all'ultimo secondo, ma contro una squadra che era una nobile, ora decaduta. La prima sconfitta quella al Monday Night in trasferta contro i Saints una partita che avrebbe dovuto aprire gli occhi alla dirigenza, una partita dove tutte le nostre falle erano state evidenziate chirurgicamente. Dopo quella altro scivolone in casa contro i cmapioni incarica, ma anche loro nobili decaduti, Ravens per poi non parlare della terza sconfitta consecutiva sempre in casa contro i Bills. I Saints ok, forti ben messi, ben allenati, con un ottimo gioco e gran difesa, ma contro i Ravens e Bills 2013?


Con tanta fatica e un pizzico di fortuna poi battiamo grazie ad una prodezza i Bengals di 2 punti al supplementare... ma non eè sempre domenica! Era giovedì notte, era Halloween e uno scherzetto ci sta, e poi l'altra sera, che sempre non era domenica, al Monday Night, altri schiaffi da una squadra a zero vittorie in stagione, con l'allenatore con già le valigie pronte.
Ennesimo capitolo di una stagione buttata via quando proprio la squadra più attrezzata, oramai da più di un decennio, i Patriots, dimostrano di avere delle flessioni, noi siamo solo la quarta forza della division!!! Avere i Jets e Bills avanti la trovo davvero una cosa immorale.
E al momento davvero a me importa poco di quello che avverrà in seguito sul campo, la stagione è finita, è inutile illudersi anche perchè grazie a possibili colpi di fortuna si arriverebbe alla wild card, durerebbe poco di più di 3 ore 3 ore e mezzo!

Prossimamente incontreremo questa domenic ai Chargers da noi, poi domenica prossima il Nov 24 i Panthers. Il Dec 1 andiamo a New York contro i Jets, dopo l'8 Dic a Pittsburgh, il 15 Dic ospiteremo i New England poi il 22 Dic andiamo a Buffalo per chiudere la stagione a casa contro gli odiati Jets a fine anno il 29 Dic.

Non nascondo il fatto che molto probabilmente spenderò del tempo a seguire qualche partita di NCAA College football.